Il bandito la convince ad aprire la porta, 64enne aggredita e rapinata nel suo appartamento

Aggredita e rapinata nella propria abitazione. I fatti sono accaduti ieri sera, 12 febbraio, in un condominio di via Gadolini. Un uomo, descritto come giovane e dall’accento italiano, è riuscito a introdursi all’interno della palazzina e ha suonato al campanello di una 64enne. “Mi scusi signora, devo consegnarle dei soldi”. La donna, senza pensarci, ha aperto leggermente la porta per controllare, ma l’individuo, a quel punto, ha sferrato un violento spintone riuscendo a guadagnare l’ingresso.

Una volta all’interno dell’abitazione, il giovane, pare senza impugnare armi, ha iniziato a minacciare la 64enne intimandole di consegnare tutti i contanti presenti in casa. La vittima dell’aggressione ha spiegato di avere con sè solo 25 euro nel portafogli e li ha subito consegnati. Il rapinatore, accontentandosi, ha afferrato il maltolto ed è fuggito.

Una volta rimasta sola, la donna, sotto choc, ha allertato i carabinieri che si sono precipitati sul posto e hanno avviato le ricerche del caso basandosi sulla descrizione fornita dalla residente. Purtroppo il bandito aveva già fatto perdere le proprie tracce, indagini sono in corso.