Calcio, serie C: Pea e Franzini dopo l’1-1 al “Garilli”

La stracittadina tra Piacenza e Pro finisce 1-1. Un punto per parte che non scontenta nessuno. Dopo il gol di Alessandro, tuttavia, il Pro ha avuto le occasioni migliori. Ancora una volta la formazione di Pea non ha saputo sfruttare a pieno le proprie carte: “Vedo una squadra che sta migliorando e questo mi fa ben sperare. Quello che però vorrei è una squadra che si guardi meno allo specchio e diventi più cinica e battagliera in alcuni momenti della partita. Abbiamo giocato un primo tempo di grande spessore tecnico, ma non siamo riusciti a chiudere la gara”

Su Alessandro replica: “In campo vedo un ragazzo che si migliora partita dopo partita. Un giocatore che diventerà sempre più importante per la squadra, anche in fase realizzativa”

Ascolta l’intervista completa di STADIO SOUND, il programma sportivo di RADIO SOUND

Il Piacenza ha ottenuto un punto che, viste le premesse, forse accontentano il tecnico. La formazione allenata da Franzini ha pagato a caro prezzo lo svantaggio iniziale: “La partita è cambiata subito -ammette Franzini ai nostri microfoni – Contro una formazione così organizzata poi diventa molto difficile cambiare le cose. Noi siamo stati poco lucidi e molto nervosi. Nella ripresa abbiamo portato il match sul piano del agonismo e abbiamo meritato il pareggio. Peccato per il rigore sbagliato fosse andata diversamente probabilmente ora staremo parlando di un’altra partita”

E su Pederzoli replica: “Un giocatore che era rientrato con la Giana, poi si è fatto male ed è stato fuori un mese. Oggi è di nuovo tornato, ha segnato, ma si è fatto espellere per fermare l’avversario. Mi auguro di averlo a pieno ritmo perchè per noi è un giocatore molto importante”

Ascolta l’intervista completa di STADIO SOUND, il programma sportivo di RADIO SOUND