Cliente scomodo per la Canottieri Ongina, arriva un Sant’Anna Tomcar davvero in forma

Canottieri Ongina

Un esame tosto contro una squadra in forma e che arriverà in riva al Po con il morale alto e con fare battagliero. Sabato alle 21 a Monticelli la capolista Canottieri Ongina sfiderà il Sant’Anna Tomcar nella quarta giornata di ritorno del girone A di serie B maschile. Un dato è inequivocabile: sarà una sfida tra due squadre in salute, come testimoniano i rispettivi filotti di vittorie (sette per i piacentini, cinque per i piemontesi).

QUI CANOTTIERI ONGINA – Avanti, una alla volta, senza spiccare voli pindarici e facendo leva sul gruppo per costruire i propri successi. Il primato in classifica non monta la testa alla Canottieri Ongina, con i ragazzi di Massimo Botti e Davide Zanichelli che da un lato hanno preso sempre più consapevolezza delle proprie qualità, ma allo stesso tempo hanno imparato come in questo campionato non si debba mai abbassare la guardia, qualunque sia l’avversario si trovi di fronte. A presentare la partita è il direttore sportivo piacentino Donato De Pascali, che prima sottolinea una premessa. “In questa squadra – spiega De Pascali – si sta rivelando sempre più prezioso l’apporto di tutti i ragazzi, anche di chi di solito gioca meno, che si stanno distinguendo per impegno e qualità a partire dall’allenamento. Sabato scorso, per esempio, Emilio Pazzoni (palleggiatore) è entrato dalla panchina e nel finale di terzo set ha dato un contributo determinante con una battuta vincente, un ace e un’alzata smarcante in un momento cruciale della gara e fondamentali per conquistare tre punti in classifica ”.

Quindi entra nel dettaglio in vista del match contro il Sant’Anna. “Sarà una partita molto difficile per noi – aggiunge – non solo per il loro periodo di forma, ma perché storicamente sono sempre stati avversari tosti. E’ evidente ormai come le motivazioni delle squadre che ci affrontano si moltiplichino, ma proprio facendo leva su questo aspetto a nostra volta dobbiamo elaborare orgoglio per rinnovare il nostro cammino con energia, determinazione e continuità. Credo che il Sant’Anna Tomcar possa chiudere il campionato a ridosso delle prime, da tempo ha trovato una buona quadratura e ha un organico tra i più lunghi con giocatori intercambiabili tra i ruoli. Scuderi ha ritrovato la miglior condizione ed è schierato da attaccante, con il miglior ricettore Pagano che gioca da libero, con la squadra che così riesce a esprimere il miglior potenziale. Anche fisicamente è una formazione interessante. Invito tutti gli appassionati a starci vicino per accompagnarci in questa avventura; viviamo giorno per giorno, senza fare calcoli, anche perché siamo alla quarta giornata di ritorno e sarebbe l’errore più grande”.

L’AVVERSARIO – Il Sant’Anna Tomcar è una formazione piemontese reduce dall’avventura in B1 maschile nella scorsa stagione condivisa nel girone con la Canottieri Ongina. Come dodici mesi fa, in panchina c’è Stefano Caire, tecnico che vanta una lunga esperienza in campo femminile e di recente impegnato anche nel beach volley. Tra i giocatori più rappresentativi della squadra piemontese ci sono il centrale Alessandro Vajra, per diversi anni in B1 e anche in A2 con Torino, Asti e Monza, e il laterale Fabio Bassani.

“In questa stagione – spiega Caire – ci abbiamo messo un po’ a ingranare, poi ci siamo rimessi in carreggiata e ora veniamo da un buon periodo con cinque vittorie consecutive e nove punti di vantaggio sulla zona rossa alla quale continuiamo a guardare. All’inizio abbiamo avuto qualche problema fisico, abbiamo sbagliato l’approccio al campionato e comunque era un organico ulteriormente ringiovanito. La svolta? Direi la vittoria contro il Parella, che dopo un buon periodo in allenamento ci ha permesso anche di vedere i riscontri in partita”. Quindi aggiunge. “Contro la Canottieri Ongina cercheremo di disputare una buona gara, consapevoli della forza dell’avversario. Penso che abbia la diagonale palleggiatore-opposto più forte del campionato, oltre ad altri ottimi giocatori. Se riuscissimo a tenere la partita in equilibrio, siamo consapevoli come nei momenti decisivi sia prioritario provare ad arginare Cardona, anche se ovviamente è cosa tutt’altro che semplice”.

GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Canottieri Ongina e Sant’Anna Tomcar saranno il primo arbitro Stefano Nadotti e il secondo arbitro Roberto Tavarini.