Conto alla rovescia per la Salita al Pordenone: “Importante impegno della Banca di Piacenza”

La Banca di Piacenza ha anticipato alcune linee generali della Salita al Pordenone al Rotary, fra gli sponsor dell’evento, i particolari della manifestazione verranno invece comunicati in una conferenza stampa la settimana prossima. Dopo la presentazione della serata (convocata in interclub con il Rotary Farnese) da parte del Presidente del Rotary Piacenza dott. Leonardo Bragalini, sono intervenuti il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e dato che l’evento interesserà, oltre che Cremona, anche Cortemaggiore e Monticelli, anche i sindaci di questi ultimi due centri, Gabriele Girometta e Gimmi Distante. E’ stata poi la volta del Presidente Esecutivo della Banca di Piacenza Sforza Fogliani che ha compiuto un excursus relativo alla storia della basilica, al restauro e ristrutturazione della salita oltre che di un affresco del Pordenone in basilica (appena autorizzato) dando anche diversi curiosi particolari (autoritratto del Pordenone, ritratto della moglie piacentina e di Alessio Tramello, progettista della chiesa).

Il Superiore del convento francescano Padre Secondo Ballati ha poi illustrato la spiritualità degli affreschi sottolineando l’innumerevole quantità di gioiosi bambini che li compongono, unitamente ad un ragguardevole numero di donne, ad ulteriore dimostrazione della particolare protezione che la Chiesa ha sempre alle stesse riservato. Al termine, l’architetto Carlo Ponzini ha illustrato il logo dell’evento che parte dal concetto della centralità iconografica di Dio Padre (raffigurato alla sommità della lanterna che sovrasta la cupola).

Ha chiuso la serata – prima del saluto finale del Presidente Bragalini – il Presidente del Rotary Farnese, Paolo Bosi, che ha espresso a nome di tutti i convenuti il particolare apprezzamento dei piacentini per quanto la Banca ha fatto, fa e continua a fare, anche nel campo – oltre che del credito – della difesa dei nostri valori storico-artistici e del patrimonio artistico, specialmente religioso.

Insieme a numerosi soci rotariani (più di un centinaio) hanno partecipato alla riunione anche il Direttore Generale della Banca dott. Crosta e l’Ing. Tagliaferri responsabile dell’ufficio tecnico della Banca, al quale è stato dai convenuti tributato un caloroso, affettuoso applauso, così come agli altri relatori.