Da sempre impegnato nella lotta contro il cancro, a Luigi Cavanna il premio “Solidarietà per la Vita 2017”

Luigi Cavanna, oncologo ed ematologo da sempre impegnato nella lotta contro il cancro è il destinatario della 27° edizione del Premio Solidarietà per la vita, istituito nel 1991 con il patrocinio della Banca di Piacenza. Il destinatario viene scelto da una commissione presieduta dal Prefetto di Piacenza, dr.ssa Anna Palombi, e costituita dal Presidente della Banca di Piacenza, dal Sindaco di Nibbiano, del Rettore del Santuario del Monte, dal Direttore emerito dell’ufficio dei bene culturali della Curia Vescovile di Piacenza e dall’ispettrice delle infermiere volontarie della Croce Rossa di Piacenza.

Il dr. Luigi Cavanna si è dichiarato commosso e felice per il prestigioso premio per il significato che rappresenta: la “solidarietà per la vita” e vuole dedicare questo premio a tutti i malati e loro familiari, ai tanti collaboratori e colleghi ed alla moglie Marisella. La cerimonia della premiazione si terrà domenica 25 giugno alle ore 17 al Santuario di Santa Maria del Monte, Trevozzo di Nibbiano.

 

Il vescovo di Lodi a S. Maria del Monte per il premio “Solidarietà per la vita”

Mons. Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi, sarà domenica prossima alla Madonna del Monte per partecipare alla cerimonia di consegna del premio “Solidarietà per la vita” istituito – poco meno di trent’anni fa – dalla Banca di Piacenza con la finalità di riconoscere e segnalare atti e comportamenti finalizzati alla promozione e alla difesa della vita. Il premio sarà quest’anno attribuito al dott. prof. Luigi Cavanna, primario oncologico dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto. Lo ha deciso l’apposita commissione aggiudicatrice – presieduta dal prefetto dott. Anna Palombi – composta, oltre che da una rappresentanza della Banca organizzatrice, da mons. Domenico Ponzini, direttore emerito dell’Ufficio Beni culturali della curia vescovile; don Gianni Quartaroli, rettore del Santuario del Monte; ing. Giovanni Cavallini, sindaco di Nibbiano e dall’ispettrice delle Infermiere volontarie della Croce rossa Giuliana Ceriati.

La cerimonia di consegna del premio al dott. Cavanna da parte del prefetto di Piacenza avrà luogo domenica 25, al termine della messa che sarà presieduta, alle ore 18, dal vescovo mons. Malvestiti. Il dott. prof. Luigi Cavanna, laureatosi nel 1978 in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pavia, ha conseguito varie specializzazioni: ematologia, oncologia, medicina interna e gastroenterologia. Negli anni ’80, dopo un breve periodo presso l’ospedale di Edolo, è giunto a Piacenza nella Divisione di medicina, riuscendo ad istituire un piccolo ambulatorio per la cura delle leucemie, che negli anni ha assunto sempre maggiore importanza, divenendo un centro trapianti di livello europeo.

Nel 1987 – insieme ai malati, alle loro famiglie ed al personale sanitario – ha fondato l’APL, l’importante associazione piacentina di volontariato per la cura delle leucemie e delle altre malattie del sangue. Dagli anni 2000, allo scopo di poter assistere e curare i malati il più vicino possibile al loro domicilio, ha curato l’istituzione di ambulatori per cure oncologiche ed ematologiche a Bobbio, Castelsangiovanni e Fiorenzuola.

Il Santuario S. Maria del Monte (comune di Nibbiano) é raggiungibile dalla nuova strada che, appena prima di raggiungere Tassara da Trevozzo, porta al Monte.
Informazioni: 0523/542357 – relaz.esterne@bancadipiacenza.it.