Dirigenti sportivi piacentini premiati dalla Lega Nazionale Dilettanti

Pioggia di riconoscimenti al Centro Congressi dell’Hilton Rome Airport alla presenza delle principali cariche federali e istituzionali del mondo dello sport

Ieri, sabato 10 giugno, presso il Centro Congressi dell’Hilton Rome Airport si è svolta la Cerimonia delle Benemerenze, appuntamento annuale in cui la Lega Nazionale Dilettanti ha conferito i prestigiosi riconoscimenti ai Dirigenti Federali e alle Società che hanno acquisito particolari meriti di promozione e nello sviluppo dell’attività calcistica. Dodici di questi sono stati consegnati da esponenti del calcio dilettantistico dell’Emilia Romagna. Premiati dieci dirigenti con almeno vent’anni di attività – Giuseppe Rocchi (Savignanese), Valentino Marzolla (Godo), Giuseppe Bonfiglioli (Piumazzo 1970), Walter Selvatici (Pontelagoscuro), Fabio Querzola (Basca 2002), Ferruccio Imberti (Turris), Franco Alzapiedi (Vicofertile), Angelo Scarpelli (Anzolavino), Pinuccio Crosignani (Ziano) e Maurizio Milesi (Santos 1948) – un dirigente federale con almeno vent’anni di attività – Maurizio Bianchi della Delegazione di Rimini – e una società con almeno settantacinque anni di attività, ovvero la Polisportiva Stella di Rimini. Presenti le principali cariche federali e istituzionali sportive, tra cui il presidente della LND, Cosimo Sibilia, e il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio. Grande soddisfazione per la Delegazione emiliano romagnola accompagnata dal presidente del CRER, Paolo Braiati, e dalla componente della Commissione Nazionale Benemerenze, Sara Bottarelli.

Le dichiarazioni dei dirigenti piacentini premiati:

Ferruccio Imberti, presidente della Turris (PC): “E’ stata un’esperienza molto bella: ci hanno trattato benissimo. Sono presidente della Turris da 27 anni e consigliere da 45, ma non mi aspettavo questo riconoscimento: mi fa davvero piacere e mi premia dei tanti sacrifici fatti. La nostra società è nata nel 1930 e oggi conta 170 ragazzi. Nel 2005 sono andato a Roma a ritirare la benemerenza per i 75 anni del club. In quest’occasione ho preso la mia personale”.

Pinuccio Crosignani, presidente dello Ziano (PC): “Mi hanno conferito un riconoscimento per i vent’anni di attività, ma è da trentacinque che presto servizio in modo volontario: avrebbero dovuto darmene quasi due. L’ultima volta che ero stato a Roma risale a trentacinque anni fa, per festeggiare la Lodigiani che allora vinse il campionato di serie D e la Coppa Italia e che, allora, era guidata dal presidente Malvicini, originario proprio di Ziano. Sono molto contento di esserci tornato per questa benemerenza che mi riempie di orgoglio e di soddisfazione”.

Nelle foto Imberti con il presidente Braiati e Sara Bottarelli e con il presidente Sibilia, Crosignani con il presidente Braiati e con Sara Bottarelli e con il presidente Sibilia e la foto di tutti i premiati.