La Vigor Carpaneto lotta fino alla fine ma cede di misura al Lentigione

Una prova generosa, con il cuore buttato oltre l’ostacolo, ma alla fine il risultato positivo non è arrivato. Dopo l’esordio vittorioso a domicilio della Colligiana, la Vigor Carpaneto 1922 assapora il calice della sconfitta nel debutto casalingo in serie D nell’anticipo contro il Lentigione. Termina 2-1 a favore dei quotati reggiani, nonostante il tentativo di rimonta dei ragazzi di Mantelli. Il match si è deciso interamente nella ripresa, con gli episodi che hanno sorriso alla squadra di Zattarin, mentre la Vigor può recriminare anche con la sfortuna con il “sette” colpito da Rantier sul punteggio di 1-0 per gli avversari. Per il Carpaneto, una prestazione di sacrificio, contando le numerose assenze in attacco che di fatto hanno impedito di schierare un assetto-base. Per i ragazzi di Mantelli, si è aperto il trittico regionale che verrà completato mercoledì dalla trasferta bolognese a domicilio del Mezzolara, mentre domenica la Vigor tornerà al San Lazzaro sfidando un’altra corazzata, l’Imolese.

LA PARTITA – La Vigor deve fare i conti con l’emergenza in attacco (out Raggi e alla vigilia anche Sylla, per infortunio, con Lucci e Franchi in panchina in condizioni non perfette). Così, Mantelli disegna il 4-3-2-1, con i giovani Terranova e Tinterri a supporto di Julien Rantier. Dal canto suo, il Lentigione (orfano soprattutto di Savi e Falconieri) risponde con il 4-3-1-2, con Muscas alle spalle di Ferrari e Pandiani. Le prime occasioni sono di marca ospite, con Terzi che sventa in rapida successione sulle conclusioni di Pandiani (incornata e tiro). La Vigor si fa pericolosa al 15’ su palla inattiva: punizione di Rantier, palla respinta e conclusione di Tinterri deviata involontariamente da un compagno. La squadra di Zattarin guadagna metri, verso la mezz’ora Terzi blocca un’insidiosa punizione di Pandiani, poi al 41’ il Carpaneto si rende pericoloso con Terranova, ma la conclusione viene murata da un difensore biancorosso. Brividi allo scadere con una conclusione ravvicinata di Ferrari deviata ancora dal portiere locale.

Nella ripresa (giocata sotto la pioggia), al 50’ una palla persa da Mauri manda al tiro Ferrari, ma il diagonale termina a lato. Dieci minuti dopo, la squadra di Mantelli ci prova con l’esterno di Barba, che però non inquadra la porta. Al 62’, l’episodio che sblocca il risultato: quello che sembra un cross dalla trequarti sinistra di Tamagnini attraversa l’area e si insacca beffardamente sul secondo palo. Mantelli corre ai ripari, inserendo Franchi per Zuccolini e Zito per Tinterri, poi al 73’ ci si mette la sfortuna a ostacolare la Vigor: scambio Rantier-Franchi, con la conclusione del francese che si stampa sul sette a Spurio fuori causa. Dentro anche Minasola per Barba, con il nuovo entrato che scocca il rasoterra al 77’ parato dal portiere ospite. La Vigor tenta il tutto per tutto con Lucci al posto di Colla, ma all’84’ il Lentigione raddoppia: fallo in area di Mauri su Pandiani e dal dischetto Ferrari non perdona per il 2-0 ospite. Nel primo dei cinque minuti di recupero, Lucci riapre la partita con il gol dell’1-2 dopo una pregevole combinazione corale, ma il risultato non cambia.

LE DICHIARAZIONI POST-GARA:
Alberto Mantelli (tecnico Vigor Carpaneto 1922): “Questa sconfitta ci sarà da insegnamento, perché abbiamo regalato due gol e la serie D non ti perdona. Peccato perdere così, ma sicuramente è una lezione per noi. Dispiace perché per il resto il Lentigione non ha creato molte occasioni. A mio avviso, non meritavamo di perdere e i ragazzi sono stati grandi, hanno dato il massimo. Ora speriamo che gli infortunati rientrino in gruppo”
Gianluca Zattarin (tecnico Lentigione): “Il nostro primo tempo è stato buono, ma dovevamo essere più incisivi. Nella ripresa abbiamo un po’ smesso di giocare, ma siamo stati bravi a sfruttare le occasioni capitate, anche se dobbiamo crescere e soffrire un po’ meno in queste circostanze. Abbiamo superato la Vigor che è un’ottima squadra, ha giocato un buon calcio, soprattutto nel secondo tempo e come dicevo già alla vigilia può rappresentare una sorpresa di questo campionato”.

VIGOR CARPANETO 1922-LENTIGIONE 1-2
VIGOR CARPANETO 1922: Terzi, Fogliazza, Barba (73’ Minasola), Colla (81’ Lucci), Zuccolini (62’ Franchi) Alessandrini, Terranova, Rossi, Rantier, Mauri, Tinterri (62’ Zito). (A disposizione: Errera, Murro, Mastrototaro, Cigognini). All.: Mantelli
LENTIGIONE: Spurio, Traore, Koliatko, Roma, Berni, Galuppo, Tamagnini, Meucci (87’ Mammetti), Ferrari, Muscas (55’ Molinaro N.), Pandiani (A disposizione: Borges, Masini, Ogunleye, Toma, Allegri, Viani). All.: Zattarin
ARBITRO: Mori di La Spezia (assistenti Torraca e Della Monica di La Spezia)
RETI: 62’ Tamagnini (L), 84’ rig. Ferrari (L), 90’+1’ Lucci (V)
NOTE: Spettatori 450, ammoniti Terzi, Zito, Colla, Mauri (V), Traore, Pandiani (L), corner 3-4, recupero 1’ e 5’