Pomodoro, Coldiretti: “Ci aspettavamo un prezzo migliorativo”

Il presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti interviene in merito all’accordo quadro per la prossima campagna del pomodoro da industria del Nord. “Sulla conferma del prezzo di riferimento di 79,75 euro a tonnellata – afferma Crotti – ci eravamo già ampiamente espressi in modo negativo lo scorso anno, quando le condizioni si rivelarono ancora più difficili rispetto alle attese.

Ci aspettavamo un prezzo migliorativo – prosegue il presidente – per due motivi: la sofferenza in cui versano molte aziende che l’anno scorso hanno coltivato pomodoro, ma anche la certezza che a differenza del 2017, quest’anno tutti gli stabilimenti di trasformazione lavoreranno a pieno regime, vedi la riapertura di Ferrara Food.

A questo punto, diventa molto importante e Coldiretti vigilerà in tal senso, che la programmazione da parte delle Organizzazioni dei Produttori rispetti il giusto rapporto tra quintali prodotti e ettari coltivati, in coerenza con le medie storiche di resa. Questo – conclude Crotti – è un elemento fondamentale per evitare di creare pericolose tensioni con conseguenti perdite di prodotto e di valore”.