Ponte di San Nicolò, da una cordata di tre aziende l’offerta migliore per effettuare i lavori

Ponte sul Trebbia

Si è svolta oggi pomeriggio, lunedì 20 marzo 2017, in seduta pubblica, l’apertura delle offerte-tempo (riduzione del tempo di chiusura del ponte) e delle offerte economiche presentate dalle ditte partecipanti alla gara per i lavori di riqualificazione dello storico ponte sul Trebbia. In seguito all’esclusione di una delle dieci ditte finora ammesse alla gara, si è proceduto all’apertura delle nove offerte riguardanti la riduzione dei tempi di chiusura al transito e il ribasso d’asta proposto. Trattandosi di una gara pubblica con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa, i punteggi finali sono stati calcolati sommando i punteggi ottenuti nella parte tecnica con quelli derivanti dall’offerta tempo e dall’offerta economica.

La migliore offerta complessiva è risultata quella presentata dall’Associazione Temporanea di Imprese (A.T.I.) formata dalle ditte Vetrucci di Lugagnano Val d’Arda (Capogruppo mandataria), Emiliana Conglomerati di Reggio Emilia (mandante) e BSF di Parma, con un ribasso del 28,560% e una riduzione del tempo di chiusura di 10 giorni.
I ribassi proposti si sono collocati fra un minimo di 8,160% e un massimo di 37,140%. Si procede ora, ai sensi di Legge, alla richiesta di giustificazioni all’A.T.I. risultata migliore offerente, in merito alle prestazioni proposte e al ribasso offerto.