Progetto MyMentor alla Cattolica, un network di professionisti per far crescere i manager del futuro

È tempo di primi bilanci per il progetto My Mentor 2016/17. Un mentor per ogni studente: per crescere come professionisti, per orientarsi in un mondo del lavoro che corre veloce, per decidere la strada da intraprendere dopo la laurea magistrale.

Il prossimo 23 giugno dalle 17.45 presso il piacenza Rugby Club A.S.D., i 60 studenti che hanno aderito a MyMentor, ideato da Elena Zuffada, professore ordinario di Economia Aziendale e Franca Cantoni, professore associato di Organizzazione Aziendale, scenderanno in campo e non solo in senso figurativo.

Maglietta, pantaloncini e scarpe da ginnastica, i ragazzi e le ragazze vivranno un momento di formazione esperienziale guidati dal neozelandese Kelly Rolleston, ex rugbista e allenatore delle squadre giovanili dei Lyons di Piacenza.

Dalle 18.30, un momento di formazione sulle soft skills per mentor e mentee curata dagli esperti di Randstad su “Le nuove sfide per aziende e candidati”, mentre dalle 20.00 la preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza Anna Maria Fellegara, insieme alle prof.sse Cantoni e Zuffada, faranno il punto sullo sviluppo del progetto e della piattaforma www.mymentor.club gestito dal laureato Cattolica e imprenditore Fabrizio Capocasale.

Perché, come ricorda Zuffada: “Il punto di forza del progetto è proprio la collaborazione della nostra Facoltà con i nostri laureati. I 60 mentor sono un network di professionisti in diversi ambiti di management: da finanza, risorse umane, amministrazione e contabilità, pianificazione e controllo, intermediari finanziari, marketing e commerciale alla consulenza strategica e all’imprenditorialità. I 60 studenti sono un network che potremmo definire di “potenzialità” che, anche attraverso questo progetto, l’università sta valorizzando”.