Sparatoria ad Alseno, è ancora caccia all’uomo. La fidanzata: “Abbiamo dormito in auto, poi l’ho lasciato”

Quinto giorno di ricerche ma ancora nessuna traccia di Bafti (alias Senaj) Alket, l’albanese di 25 anni che domenica sera, 16 aprile, ha aperto il fuoco con una pistola contro un marocchino di 18 anni nei pressi di un bar di Alseno, lungo la via Emilia Parmense. A farsi viva, nel frattempo, è stata la ragazza dello straniero, connazionale di 23 anni. La giovane ha raccontato agli inquirenti di aver passato alcuni giorni con il compagno, dormendo in auto in varie zone della provincia di Piacenza e cercando di convincerlo a costituirsi. All’ennesimo rifiuto del compagno la 23enne avrebbe deciso di separarsi e si sarebbe recata in treno fino ad Alassio, in Liguria, dove abita sua madre. Proprio ad Alassio si sarebbe rivolta alla polizia raccontando quanto accaduto.

Ora la ricostruzione della 23enne è al vaglio dei carabinieri di Piacenza e del sostituto procuratore Matteo Centini che coordina le indagini. Nelle scorse ore i carabinieri hanno effettuato un blitz in un appartamento di Carpaneto dove pare che lo straniero abbia passato la notte ma all’arrivo dei militari l’uomo non era più lì. Secondo il racconto della fidanzata il 25enne albanese avrebbe anche abbandonato la Volkswagen Golf scura a bordo della quale i due sono fuggiti subito dopo la sparatoria.

Nel frattempo resta valido l’appello delle forze dell’ordine rivolto a chiunque fosse in possesso di informazioni importanti, appello a chiamare il 112.

BAFTI (alias SENAJ) Alket, 25enne, nato in Albania, altezza 177 cm, occhi castani, capelli neri corti.