Tornano i picchetti alla GLS, militanti del sindacato USB e facchini bloccano i cancelli

Tornano i blocchi alla GLS di Piacenza. Questa notte, decine di facchini e attivisti del sindacato USB sono tornati a manifestare contro l’azienda di logistica e le cooperative in essa operative. Una protesta particolarmente massiccia con tir bloccati all’esterno dei cancelli, tra il disappunto degli autotrasportatori e l’immediato intervento delle forze di polizia tra volanti, reparto prevenzione crimine, Digos e guardia di finanza. Intervento che inizialmente ha creato momenti di tensione tra i manifestanti con i quali gli agenti della questura hanno però prontamente avviato un dialogo.

Dialogo culminato con l’intervento anche del prefetto Maurizio Falco che ha programmato un incontro con i sindacati in prefettura per discutere delle problematiche che da tempo il sindacato USB solleva: cooperative e GLS continuerebbero a mantenere un comportamento “ingiusto”, secondo gli attivisti, nei confronti dei lavoratori.

Dopo circa due ore, dunque, il picchetto è stato rimosso e la situazione è tornata alla calma.