Tragedia in piscina a Pontenure, secondo l’autopsia Mattia sarebbe morto annegato

E’ stata eseguita oggi, venerdì 7 luglio, l’autopsia sul corpo del piccolo Mattia Cattivelli, il bambino di 6 anni morto lunedì scorso mentre nuotava all’interno della piscina comunale di Pontenure. Autopsia finalizzata ad accertare le cause del decesso e chiarire se il bimbo abbia perso la vita a causa di un malore o per aver ingerito troppa acqua. L’esame svolto oggi, ed eseguito dal medico legale Antonio Osculati dell’università di Pavia, avrebbe fornito solo un quadro approssimativo, quadro che però confermerebbe l’ipotesi dell’annegamento.

Mattia stava partecipando al primo giorno di attività di un gruppo estivo, quando uno dei bagnini in servizio in quel momento ha notato il piccolo sott’acqua e immobile. Subito l’assistente si è tuffato e ha recuperato il ragazzino riportandolo a bordo vasca, ma purtroppo le manovre di rianimazione non sono servite.

ALa Procura ha aperto un fascicolo iscrivendo nel registro degli indagati quattro persone: due bagnini e due educatrici del centro estivo.

Intanto domani saranno celebrati i funerali di Mattia, alle 17 nella chiesa parrocchiale di Pontenure.