Trovato morto nella sua abitazione sul Corso, forse una tragica caduta dalle scale

Trovato senza vita nella sua abitazione. I fatti sono accaduti questa mattina, venerdì 22 settembre, vittima un 50enne piacentino. Dopo aver tentato invano di mettersi in contatto con l’uomo, alcuni familiari, preoccupati, hanno deciso di andare a controllare di persona e hanno così raggiunto la sua abitazione in Corso Vittorio Emanuele intorno alle 12.

Una volta entrati in casa, la tragica scoperta: il parente era riverso a sul pavimento, senza vita. Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi del 118 che, però, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 50enne.

Considerate le circostanze, l’abitazione è stata raggiunta anche dalla polizia che insieme alla Scientifica ha avviato i rilievi del caso all’interno dell’appartamento.

Il corpo dell’uomo era steso a terra accanto a una scala che conduceva a un soppalco: l’ipotesi più accreditata, secondo gli inquirenti, è che il 50enne sia rimasto vittima di una tragica caduta: una fatale perdita di equilibrio in seguito alla quale il padrone di casa avrebbe battuto la testa riportando traumi troppo gravi.

Per fugare qualsiasi dubbio, comunque, la Procura potrebbe disporre l’autopsia sul cadavere.