Un lucchetto per il volley, i supporter della Lpr davanti al Palabanca chiuso: “Una soluzione al più presto”

La convenzione con Dimensione Sport, gestore del Palabanca, è finita e nessuno si è presentato al bando per la gestione del palazzetto dello sport. Morale, da ieri mattina, sabato 1 luglio, la struttura è chiusa con un lucchetto e la Lpr volley rischia di non avere una sede a Piacenza dove giocare le partite casalinghe. Un’eventualità che preoccupa i tifosi che vedono nello spostamento della squadra la fine di un sogno. E’ il motivo per cui questa mattina i Lupi Biancorossi si sono presentati davanti al Palabanca per chiedere che il sindaco Patrizia Barbieri si attivi per trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Simbolicamente i supporter hanno attaccato lucchetti alla recinzione della struttura e le chiavi saranno consegnate come “memento” al primo cittadino. Uno con la scritta “Un lucchetto al portone non può cancellare una passione” fa da corredo alla mattinata di protesta chiamata con l’evocativo titolo #unlucchettoperilvolley.

“Quindici anni di volley non si possono cancellare, la Lpr è la squadra di Piacenza e giocare lontano da questa città non avrebbe senso. La nostra speranza è che ora si avvii un dialogo tra il sindaco Patrizia Barbieri e la società, nella speranza che la burocrazia non metta i bastoni tra le ruote” spiega Maria Luisa Alberoni, presidente dei Lupi Biancorossi.

La buona notizia è che la Lega Pallavolo ha accolto l’iscrizione della Lpr, accettando di tenere in bianco per ora lo spazio in cui viene indicata la sede per i match casalinghi.