Violenza sulle donne, Callori (Forza Italia): “Il ministero organizzi programmi mirati di difesa personale”

“A seguito della grave e sempre più critica situazione rispetto al tema della violenza in genere e soprattutto sulle donne, con dati preoccupanti e segnalazioni in aumento, c’è la necessità di un maggior impegno da parte delle Istituzioni per trovare soluzione a questa allarmante condizione”. Lo sostiene Fabio Callori, vice coordinatore regionale di Forza Italia Emilia Romagna.

“Occorre assolutamente mettere in grado le possibili vittime di abusi e violenze di potersi difendere ed essere preparate ad affrontare eventuali persecutori. Sono già presenti sui territori associazioni che autonomamente offrono il loro aiuto, gratuitamente, con lezioni di difesa personale, ma questo non basta, non è sufficiente ad arginare il problema che sta assumendo dimensioni sempre più estese. In occasione dell’imminente Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne è doveroso sensibilizzare ulteriormente le Istituzioni a ogni livello per contrastare e prevenire questo fenomeno. Ho chiesto quindi, in qualità di Vice Sindaco e di Consigliere Nazionale ANCI, che l’Associazione stessa si faccia portavoce presso l’Assessorato Regionale e il Ministero competente al fine di un intervento immediato e tempestivo che preveda propositi in tema di sicurezza per un aiuto concreto a tutela delle vittime di violenze e abusi. Ho proposto che progetti mirati di difesa personale siano inseriti in programmi ministeriali e regionali con precise direttive e relativi finanziamenti affinché le pratiche di autodifesa rientrino nel diritto degli individui”.

“Puntuale la risposta del Presidente ANCI Emilia Romagna Daniele Manca che assicura il proprio interessamento al fine di verificare la possibilità di estendere l’esperienza dei corsi di autodifesa delle donne, agevolati dal sostegno di fondi pubblici, da realizzare con il coinvolgimento della rete di associazioni e centri antiviolenza che operano nella nostra Regione”.