Favoreggiamento, ma non sfruttamento: condannato peruviano

Un giovane peruviano residente a Milano è stato condannato ieri in tribunale con rito abbreviato per favoreggiamento della prostituzione ad un anno e quattro mesi di reclusione, con i benefici della sospensione condizionale della pena. Inizialmente accusato di sfruttamento della prostituzione, l’imputato – Paul Bruno Chinchay Echevarria, 28 anni – è  stato condannato solo per favoreggiamento della prostituzione, perchè non è stato possibile provare che sfruttasse una ragazza peruviana di 25 anni solita prostituirsi sulla Caorsana nei pressi di Caorso. Avendo bisogno di denaro, il peruviano aveva invece accettato di portare in macchina da Milano a Piacenza la donna in cambio di una piccola somma.