Formazione professionale: dal primo bando, Stanziati 1.799.000 euro

1.799.000 euro stanziati dalla Giunta provinciale attraverso il primo bando della formazione professionale per l’anno 2010: serviranno per avviare CORSI, SEMINARI E ATTIVITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO PERSONALIZZATO PER I LAVORATORI IN DIFFICOLTA’ (in cassa integrazione e mobilità) e LUNGO DISOCCUPATI.La misura è stata riassunta oggi nella sede della Provincia di Borgo Faxhall dall’Assessore al Sistema scolastico e formativo e Lavoro Andrea Paparo. Ad affiancarlo, nella circostanza, due funzionarie del suo Assessorato, Luisella Cassoni ed Elena Volta. “I fondi – rileva l’Assessore Paparo – consentiranno l’attivazione di interventi a sostegno dei lavoratori, delle imprese, delle persone, dei giovani disoccupati e delle fasce deboli. Preiste azioni su tre filoni: i primi due, in continuità con le azioni finanziate con il terzo bando 2009, hanno l’obiettivo di attenuare l’impatto della crisi economica attuale sui soggetti più a rischio nel mercato del lavoro e promuovere l’accesso al lavoro di persone in situazione di svantaggio. Il terzo ha l’obiettivo di favorire l’acceso al mondo del lavoro di disoccupati.Per quanto riguarda il primo filone (finanziato sull’asse I – Adattabilità per € 790.000,00) gli interventi sono destinati a:•    accrescere e aggiornare le competenze, dei lavoratori e delle lavoratrici che più rischiano di restare emarginati dal mercato del lavoro ( sospesi in cassa integrazione e in mobilità, con bassa qualificazione o scolarizzazione, over 45 occupati in microimprese, lavoratori atipici e precari),•    prevenire e fronteggiare situazioni di crisi, accompagnare riorganizzazioni aziendali, favorire l’insediamento di nuove attività imprenditoriali, sostenere l’internazionalizzazione delle imprese, il ricambio generazionale e l’aggiornamento continuo degli imprenditori ed il rafforzamento delle imprese di recente costituzione,•    sostenere le imprese che attivano operazioni di analisi e di miglioramento dell’organizzazione e del ciclo aziendale. Viene confermata l’attenzione dell’Amministrazione per le iniziative:•    che hanno l’obiettivo di sensibilizzare i datori di lavoro, i lavoratori, le associazioni datoriali e sindacali, sui temi della sicurezza, della qualità, della regolarità del lavoro e tutele spettanti a seguito di infortuni,•    finalizzate alla valorizzazione del territorio: alla green economy, alla qualificazione e diversificazione dell’offerta commerciale, turistica, dell’ospitalità e culturale; la diversificazione dell’offerta, alla promozione di una rete di servizi legati al potenziament turistico e della ricettività; con un’attenzione al turismo accessibile; alla pubblicizzazione dei servizi offerti, anche legate ad EXPO 2015.Il secondo filone di intervento (finanziato sull’asse III – Inclusione Sociale con oltre € 751.000,00) è destinato a soggetti iscritti al collocamento mirato di cui alla L. 68/99 (in accordo con azienda USL e Comuni) e ai soggetti svantaggiati. Particolare attenzione è riservata ai tirocini a favore di tali persone. La Provincia, inoltre, in conseguenza della crisi ha destinato particolare attenzione a nuove situazioni di svantaggio che affiancano quelle tradizionalmente contemplate. Non ci si rivolge più soltanto a persone diversamente abili ma anche ai monogenitori con figli a carico, donne che abbiano abbandonato il lavoro per la difficoltà di conciliare vita lavorativa e vita familiare, persone di più di cinquant’anni prive di un posto di lavoro o in procinto di perderlo, persone disoccupate di lungo periodo. L’ultimo filone di intervento (finanziato con l’asse II – Occupabilità per € 258.000,00) riguarda gli interventi per i disoccupati. Nell’ambito delle azioni previste verranno finanziate, a favore di persone non occupate, iscritte alle liste dei Centri per l’Impiego, azioni brevi e specialistiche al fine di accrescerne competenze immediatamente spendibili sul mercato del lavoro e progetti brevi per chi ha dato la disponibilità immediata al lavoro e/o a misure di politica attiva del lavoro. Vengono inoltre confermati i progetti di tirocinio rivolti a giovani diplomati e laureati e a donne over 30 e un intervento nell’ambito della logistica destinato agli studenti delle scuole superiori.Il Bando della Formazione Professionale prevede inoltre, nell’Asse Inclusione Sociale la corresponsione di 3,10 Euro di indennità di frequenza fino ad un massimo di 413,00 euro mensili per tutti coloro che parteciperanno ad un corso di formazione/tirocinio e che si trovano in condizione di svantaggio.Le risorse – conclude l’Assessore verranno messe a disposizione da subito: i progetti potranno essere presentati dagli enti di formazione a partire dall’8 giugno (scadenza just in time) e sono immediatamente finanziabili. Altre attività avranno invece scadenza tradizionale e potranno essere presentate entro il 15 luglio 2010”.L’avviso pubblico della Provincia è consultabile per intero all’indirizzo http://formazione.provincia.pc.it