Anche il Prc aderisce all\’abbraccio della Pertite

Rifondazione Comunista e la Federazione della Sinistra aderiscono all’iniziativa di sabato prossimo dell’abbraccio al parco della Pertite.Le condizioni di degrado ambientale della pianura Padana (una delle zone più inquinate al mondo) e quindi in particolare della nostra città, impongono misure molto radicali di intervento per garantire ai cittadini il diritto alla salute.Non solo l’area della ex Pertite deve essere destinata a parco, ma l’intero sistema delle aree militari urbane, quando queste verranno conferite alla disponibilità pubblica, deve conservare gli ampi spazi verdi senza costruire un centimetro in più di quanto già esiste ora.Proprio perché il problema va affrontato in termini di sistema complessivo del verde urbano occorre non dimenticarsi di quell’altro grande polmone naturale che è rappresentato dall’area sulla quale attualmente insiste il vecchio arsenale il cui preannunciato spostamento non deve fornire pretesto per operazioni di ulteriore selvaggia cementificazione.La dismissione delle aree militari deve divenire un impegno dell’intera città per determinare in modo partecipato scelte urbanistiche compatibili con l’ambiente e al contempo favorire il mantenimento di posti di lavoro imponendo alle autorità militari l’impegno ad uno scambio equo tra terreni e nuovo stabilimento ed un suo rilancio mediante una riconversione ad usi civili al servizio dei mezzi di proprietà degli enti pubblici (polo logistico protezione civile, comuni, provincia, USL, Tempi, Enia).In questo quadro il “parco della Pertite” è il primo passo per riavere un’aria respirabile a Piacenza in una città più vivibile, ma anche solidale.