L\’inquinamento acustico al centro di un convegno

Lunedì 7 giugno a partire dalle ore 14.30 l’Osservatorio Public Art del Politecnico di Milano campus Piacenza, struttura multidisciplinare di ricerca, formazione e servizio attorno al tema dell’arte negli spazi pubblici, promuove una giornata di studi sull’inquinamento acustico e sull’ambiente sonoro urbano, uno dei problemi più sentiti dalla popolazione riguardo la qualità abitativa di una città.

blank

Radio Sound blank blank blank

La manifestazione, intitolata Progettazione urbana e spazi sonori, a cura di Ricciarda Belgiojoso (Osservatorio Public Art Politecnico di Milano) e Valeria Merlini (Studio Urban Resonance di Berlino, FKL), in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo Quartiere Roma e con il patrocinio del Comune di Piacenza e del Forum Klanglandschaft (FKL), è aperta ai cittadini e si svolge in tre tempi: una conferenza con esperti di rilievo a livello internazionale, una tavola rotonda per un dialogo diretto con il pubblico e una performance artistica.

I lavori della conferenza internazionale (che si svolgerà in lingua inglese) si apriranno alle 14.30, all’interno del Padiglione Guidotti presso il campus Arata in via Scalabrini N° 113.

Mediante l’analisi di pratiche progettuali e di recenti politiche urbane, con un approccio interdisciplinare che mette a confronto arte, architettura e urbanistica, la conferenza illustra strumenti e strategie per sviluppare una progettazione degli spazi pubblici urbani consapevole del fatto sonoro e per proporre nuove possibili prospettive. Alla conferenza intervengono Grégoire Chelkoff (architetto e direttore di CRESSON, Centro di ricerca sullo spazio sonoro e l’ambiente urbano di Grenoble), Ricciarda Belgiojoso (architetto, Osservatorio Public Art Politecnico di Milano), Brandon LaBelle (artista, professore alla National Academy of the Arts, Bergen, Norvegia), Valeria Merlini (sound artista e architetto, Studio Urban Resonance, FKL), Carsten Stabenow (curatore del German Media Art Festival Garage e di Tuned City, manifestazione sulle relazioni tra architettura e suono).

Alle 17.30, sempre al Padiglione Guidotti del Campus Arata del Politecnico, via Scalabrini 76, Luca Molinari (Professore di Storia dell’Architettura Contemporanea alla 2a Facoltà di Architettura di Napoli) è moderatore della tavola rotonda che coinvolge i relatori della conferenza e alcuni rappresentanti del mondo dell’architettura piacentino, della Pubblica Amministrazione, del Politecnico, e professionisti che lavorano sull’ambiente sonoro urbano: Pierangelo Carbone, Assessore alla Riqualificazione Urbana e Ambiente del Comune di Piacenza, Benito Dodi (Presidente Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Piacenza), Anna Barbara (architetto, ricercatore al Politecnico), Emilio Fantin (Osservatorio Public Art del Politecnico), Franco Vaccari (Osservatorio Public Art del Politecnico), Steve Piccolo (musicista e soundartista), Roberto Paci Dalò (artista, regista, compositore, direttore artistico di Giardini Pensili e Velvet Factory).

Alle 19.30 chiude la giornata la performance Vento Globale del sound artist Steve Piccolo in via Roma n° 183, realizzata in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo Quartiere Roma all’interno di uno degli spazi espositivi di M.U.S.A.,(Movimento Urbano Sviluppo e Arte) il progetto che ha portato all’interno delle dinamiche urbane le riflessioni creative di artisti contemporanei. Evento performativo incentrato sulla trasformazione e percezione dei suoni urbani in chiave artistica.

L’ex ristorante di via Roma, trasformato dal progetto M.U.S.A. in galleria espositiva temporanea, sarà una suggestiva ambientazione dove i presenti interagiranno con suoni e immagini prese dalla città

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank