Tangenziale di San Giorgio, arriva il \”Sì\” dalla Provincia

Tangenziale di S. Giorgio, si comincia a lavorare. Nella sala Giunta della Provincia si è svolta oggi la cerimonia di consegna dei lavori al Consorzio stabile CONSTA (di Roma), che realizza l’intervento infrastrutturale, che prevede la variante alla strada di provinciale n. 6 di Carpaneto tra Crocetta e la zona a monte di s. Giorgio, con un percorso che passa ad oriente di questo paese e che propone, tra l’altro, un nuovo ponte sul Nure, quattro rotatorie, sottopassi ed altre opere di collegamento alla viabilità di zona. Costo complessivo dell’opera: 20 milioni di euro circa, messi a disposizione dalla Società Autostrade Centropadane. Durata dei lavori: un biennio. Potremo viaggiare sulla nuova tangenziale ad inizio estate del 2012.

“Esprimo soddisfazione – ha dichiarato il Presidente della Provincia Massimo Trespidi all’incontro di oggi, che ha visto la presenza dei due sindaci interessati per territorio, Alessandro Ghisoni, per Podenzano, e Giancarlo Tagliaferri, per S. Giorgio (con loro amministratori), dell’assessore provinciale ai lavori pubblici Sergio Bursi, del direttore generale di Società Autostrade Centropadane, dott. Francesco Acerbi, dell’Ing. Andrea Baronchelli, Direttore dei lavori per conto della Società e del dott. Pasquale Pesce, Legale rappresentante del Consorzio CONSTA e di dirigenti e funzionari dell’Ufficio tecnico della Provincia – per l’avvio della realizzazione di un’opera che riqualificherà la nostra viabilità in quella zona e che rientra in una progettualità che ha già portato alla realizzazione di interventi significativi e che ne prevede altri. Un’opera resa possibile dallo spirito di collaborazione che tutti i soggetti coinvolti hanno saputo dimostrare. Credo che la riqualificazione dell’apparato infrastrutturale della nostra provincia passi necessariamente per un confronto con la Regione: noi siamo agli inizi del nostro mandato, la giunta regionale si è appena insediata. Intendo aprire un tavolo di confronto per individuare, congiuntamente, gli interventi cui dare priorità”. Soddisfazione, ovviamente, anche da parte dei due Sindaci, che hanno garantito la loro massima disponibilità a fare quanto possibile per accelerare i tempi di realizzazione del progetto.