Aggressione politica di sabato al Classico, i commenti

 La Digos ha trovato sull’auto del giovane del Blocco studentesco denunciato per l’aggressione alcune bottigliette spray di vernice nera e una matrice atta a riprodurre dei simboli nazi-fascisti, con cui si sospetta siano stati imbrattati i muri negli ultimi giorni. Insieme al giovane denunciato per lesioni e segnalato per lo spray, sono stati denunciati altri 2 coetanei e una minorenne per violenza privata. Vittima dell’aggressione avvenuta sabato davanti al Classico  Carlo Pallavicini, segretario provinciale dei giovani di Rifondazione Comunista. "L’aggressione di ieri ha diversi precedenti, il dialogo è uno dei nostri obiettivi, ma c’è chi non lascia neanche il tempo di instaurarlo" ha detto."Condanno quest’episodio, come condanno anche quelli analoghi dell’estrema sinistra" Bruno Galazzi, segretario provinciale  della Fiamma Tricolore interviene sul problema del dialogo tra gruppi politici di vedute opposte.  "Non vedo segnali di distensione- ha detto- da chi minaccia un giornalista"   Il riferimento è a Giampaolo Pansa che dopo le minacce ha annullato l’evento piacentino.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank