Indagato il Console Luciano Zilocchi – Ascolta l\’avvocato Morenghi

Sono scattati ieri mattina, da parte degli agenti della Digos, gli accertamenti nei confronti di Luciano Zilocchi: Console onorario per lo stato della Guinea Bissau. Gli agenti, dopo essere entrati negli uffici situati nel palazzo dei Mille, in città, ne sono usciti con numerosi faldoni di documenti. Come confermato anche dall’avvocato di Zilocchi, il dottor Michele Morenghi, vi sarebbe attualmente un’indagine pendente, anche se i motivi rimangono ancora top secret. Secondo le indiscrezioni, sono due le strade che avrebbero fatto scattare gli accertamenti, coordinati dal sostituto procuratore Antonio Colonna. La prima riguarderebbe la regolarità della carica, che Zilocchi detiene da oltre 20 anni. In questo senso, l’avvocato Morenghi si è sentito di escludere questa eventualità, visto che Zilocchi sarebbe stato nominato con decreto del Presidente della Repubblica, su espressa richiesta dello stato della Guinea Bissau. In secondo luogo, gli inquirenti, starebbero controllando che il Console, durante la sua lunga attività, non abbia rilasciato documenti (in particolare passaporti) che potessero in qualche modo aggirare le verifiche della legge italiana. Per ora Luciano Zilocchi si è riservato di chiarire la sua posizione, quando verrà chiamato, davanti agli inquirenti.