Il Comitato pensa all\’iniziativa popolare per la Pertite

Iniziativa popolare per mantenere il parco della Pertite tutto a verde. E’ quello su cui stanno ragionando i rappresentanti del comitato del parco della Pertite, l’area militare che, una volta dismessa attraverso il piano messo a punto dal Comune di Piacenza, potrebbe ospitare 200.000 metri quadri di verde pubblico e 180.000 di verde privato con la realizzazione di residenziale e terziario.
Il comitato, che da tempo organizza girotondi attorno all’area che confina con la via Emilia pavese, si sente quindi “preso in giro” dal progetto di palazzo Mercanti: dapprima, infatti, il sindaco di Piacenza Roberto Reggi aveva promesso che la Pertite- nel caso fosse liberata dai militari- sarebbe stata mantenuta tutta a verde e restituita alla città, fatto salvo della sua marcia indietro accusando il comitato di “demagogia”. Il progetto finale sulle aree militari, che potrebbe essere presentato ufficialmente alla stampa già da domani, prevede infatti che metà della Pertite vada a verde mentre l’altra metà accorpata all’ex Artale per la realizzazione del nuovo polo militare.
E se i commenti politici plaudono in maniera bipartisan al progetto della giunta, il comitato non ci sta e rivendica la conversione a verde di tutta l’area: “Siamo pronti a raccogliere firme e proporre una legge di iniziativa popolare” sostengono dal comitato, valutando azioni legali contro il Comune.