Condannato il \”ricattatore di preti\”

blank

È di cinque anni e quattro mesi di reclusione la condanna per il sardo di 32 anni che doveva rispondere di estorsione nei confronti di un parroco piacentino al quale ha sottratto almeno duecentomila euro nel corso degli anni con ricatti a sfondo sessuale. L’uomo, che pare abbia fatto la stessa cosa anche con altri sacerdoti in Italia, questa mattina è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare Gianandrea Bussi per il rito abbreviato. Insieme all’uomo era imputata anche la sua compagna, una romena di 26 anni accusata del concorso nello stesso reato, Per lei il giudice ha stabilito una pena di due anni e quattro mesi di reclusione.
La vicenda risale al 2008, quando la guardia di finanza di Piacenza aveva arrestato la coppia dopo lo sfogo del parroco piacentino, costretto a pagare decine e decine di migliaia di euro per evitare che venissero diffusi gli incontri a luci rosse che aveva avuto in alcune occasioni con il sardo.

blank

Radio Sound blank blank blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank