36 esimo Convegna nazionale di Africa Mission

Tra i relatori Gianfranco Cattai, presidente Focsiv: “Compito dei volontari internazionali è di seminare la speranza”. Un concerto di don Giosy Cento per il Movimento ad Assisi

 Sono oltre 200 i partecipanti al 36° Convegno nazionale di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, che si è aperto ieri sera, venerdì 27 agosto, a S. Maria degli Angeli, nei pressi di Assisi, per concludersi domani, domenica 29 agosto. All’appuntamento, sul tema “Chi vuol diventare grande tra voi sarà vostro servitore”, partecipano amici e sostenitori del Movimento provenienti da ogni parte d’Italia.

Dopo l’esibizione di ieri sera del “Coro polifonico S. Leonardo” di Procida presso la Domus Pacis di S. Maria degli Angeli, sede del convegno, è nella giornata di oggi, sabato 28 agosto, che si sono concentrati i principali interventi. I lavori sono stati aperti dal presidente di Cooperazione e Sviluppo, dott. Carlo Venerio Antonello, che ha ricordato la figura del fondatore del Movimento, don Vittorio Pastori, scomparso nel 1994. A seguire, l’intervento di don Maurizio Noberini, presidente di Africa Mission, che ha richiamato le tre “parole chiave” che guidano il Movimento: spiritualità, uno stile di vita ispirato al Vangelo e sapienza, in quanto dono da coltivare per lavorare sempre nell’unità.

Introdotti da don Noberini, sono quindi seguiti gli interventi dei relatori: il prof. Filippo Bencardino, rettore dell’Università degli Studi del Sannio, che ha parlato degli aspetti economici e sociali dell’Enciclica “Caritas in veritate”, il prof. Gabriele Canali, economista dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sede di Piacenza e Cremona, intervenuto sulle cause delle crisi alimentari e sul legame tra fame, povertà e demografia, e l’architetto Gianfranco Cattai, presidente Focsiv (Federazione organismi cristiani servizio internazionale volontario), che ha proposto una riflessione sul volontariato di ispirazione cattolica. “Compito dei volontari internazionali è di seminare la speranza – ha detto Cattai -, far rinascere la vita, promuovere la dignità di ogni uomo, incontrare le persone là dove vivono, rendendo concreta la testimonianza cristiana nei luoghi di frontiera”.

All’appuntamento, nell’ambito della quale è stata allestita anche una mostra del fotografo piacentino Prospero Cravedi sull’attività in Uganda di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, hanno portato inoltre la loro testimonianza padre Michael Lubega, sacerdote della diocesi ugandese di Moroto, che da anni collabora attivamente con il Movimento, suor Annita Pelloso, missionaria comboniana che per 53 anni ha operato in Africa, e diversi volontari e operatori che prestano servizio in Uganda e in Italia seguendo i progetti che l’organizzazione, fondata ormai 38 anni fa, sta portando avanti in tanti settori (educazione, perforazione pozzi di acqua potabile, salute, agricoltura, sostegno ai missionari locali).

I lavori si sono quindi conclusi con l’intervento di mons. Sandro De Angeli, assistente spirituale nazionale del Movimento, che ha presentato il tema che accompagnerà l’anno sociale 2010/2011: “Voi siete il corpo di Cristo. La verità che fonda la nostra comunione e che anima la nostra carità”.

Mons. Antonio Riboldi, vescovo emerito di Acerra, costretto al riposo da un’indisposizione, non ha potuto partecipare al convegno, ma ha fatto pervenire comunque il suo messaggio ai partecipanti. “Avevo veramente progettato di stare con voi nella città del Santo, ma mi devo accontentare di essere vicino a voi, nel vostro cuore – ha scritto – , condividendo l’amore per Africa Mission e la preziosa amicizia con voi. Vi sarò vicino nella preghiera, questo è sicuro, come vi sono sempre vicino in quanto compite per i nostri fratelli d’Africa”.

Stasera (sabato 28 agosto) in piazza S. Chiara ad Assisi il convegno prosegue con il concerto di don Giosy Cento per Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo. Il prete cantautore, grande amico del Movimento, si esibirà con il gruppo dei Parsifal proponendo i brani del suo ultimo lavoro “Cos’è che muove il cielo” e i pezzi più noti del suo repertorio.

Il convegno, che ha il patrocinio del Comune di Assisi ed è sostenuto dal Gruppo Mancinelli di Viterbo, si concluderà domani, domenica 29 agosto, con la messa solenne, alle ore 9 presso la Basilica superiore di S. Francesco ad Assisi.