Pollastri (Pdl) \”Pendolari coinvolti nel monitoraggio dei ritardi\”

“Perché non coinvolgere le Associazioni Pendolari nel monitoraggio dei ritardi ferroviari?”, lo chiede con un’interrogazione in Regione Andrea Pollastri (PdL).

“Il servizio ferroviario in Emilia-Romagna – si legge nell’atto – fa registrare quotidianamente numerosi problemi relativi al comfort di viaggio, in particolare sovraffollamento, igiene precaria ed inadeguata termoregolazione interna delle carrozze.”

“La questione più grave – spiega il Consigliere Regionale – riguarda, però, ritardi e cancellazioni dovuti al materiale rotabile, alla preparazione dei convogli, alle condizioni di traffico o atmosferiche, ai guasti, ai lavori sulla rete, e chi più ne ha più ne metta.

Essi si susseguono con eccessiva frequenza rendendo disagevole ed inaffidabile l’uso del treno, soprattutto per i pendolari che necessitano orari certi per poter rispettare gli appuntamenti di lavoro o studio, evitando stress, sanzioni o situazioni imbarazzanti.

Dopo una lunga battaglia portata avanti dalle Associazioni Pendolaristiche, tra l’altro, la stessa Magistratura ha riconosciuto, mediante una sentenza del Giudice di Pace di Genova del 2008, i danni biologici dovuti ai ritardi ed ha imposto ha imposto a Trenitalia il pagamento di un’ammenda a titolo di rimborso a seguito della denuncia di una signora.”

“Nel 2005 – prosegue – quando a seguito dell’Accordo tra Regione e Trenitalia vennero soppressi gli Interregionali e si procedette a modificare il cadenzamento dei convogli, la stessa Società ferroviaria annunciò che si considerava come obiettivo primario l’abbattimento dei ritardi. Eppure a cinque anni di distanza non sembra che la situazione non sia un gran che migliorata.”

“Chiedo di sapere – ha concluso l’azzurro – l’ammontare delle ore di ritardo accumulate nel 2009 dai treni locali e da quelli a lunga percorrenza che attraversano la nostra Regione e la percentuale di quelli in ritardo sul totale. Al fine di verificare se Trenitalia ha mantenuto o meno le proprie promesse, promesse, fra l’altro, pagate profumatamente dalla nostra Regione intendo sapere se la situazione dei ritardi negli ultimi cinque anni sia in calo o in aumento. Sarebbe a questo fine opportuno prevedere una collaborazione con le Associazioni di Pendolari per eseguire un monitoraggio costante ed obiettivo dei ritardi per avere una reale conoscenza del problema”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank