Si chiude Geofluid: il bilancio della tre giorni

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

Più di 12mila operatori professionali hanno visitato Geofluid, la rassegna dedicata alle tecnologie per la perforazione e per la geotermia, che si è conclusa ieri a PiacenzaExpo.

Molti gli operatori stranieri giunti da tutto il mondo, che hanno rappresentato oltre il 20% dei visitatori.

Soddisfatti anche gli espositori e particolarmente i piacentini: complessivamente 16 aziende del settore, tra le più importanti del mondo in questo ambito, che al termine della manifestazione hanno confermato la validità della mostra e la sua leadership indiscussa a livello europeo

L’ultima giornata ha visto anche la visita del sindaco di Piacenza Roberto Reggi e dell’assessore allo sviluppo economico, Anna Maria Fellegara; che hanno espresso la loro soddisfazione per la riuscita della mostra, confermando come “eventi come questo – ha sottolineato Fellegara – aiutano il nostro sistema industriale a muoversi verso la ripresa”

E l’ultima giornata ha anche funzionato come momento di riflessione sull’impatto che rassegne come questa possono avere sulla nostra provincia: “siamo consapevoli – ha detto Reggi – commentando il dato di fatto che molti visitatori ed espositori hanno trovato una sistemazione solo in provincia di Parma – che la realtà piacentina può essere molto migliorata per quanto riguarda la recettività e per questo stiamo lavorando per la costruzione del centro congressi adiacente la fiera”.

Piacenza Expo – ha concluso il presidente Silvio Bisotti – continua a radicare positivamente la sua vocazione verso eventi specializzati e strettamente professionali. Così come dimostra il nostro calendario che prevede ancora in novembre tre eventi di tutto rilievo: Tomato World Forum, dedicato al sistema del pomodoro da industria; Expolaser forum focalizzato sulla tecnologia laser per l’industria e TT Expo, mostra – convegno sui trattamenti termici e sulle tecnologie collegate.