\”Asfalto rosso\” – Bobbio e Vigolzone le location

Toccheranno anche Bobbio e Vigolzone le riprese di “Asfalto rosso”, il film per il cinema in uscita nel 2011 (verrà presentato con ogni probabilità proprio a Bobbio) che parla di corse clandestine, stragi sulle strade e degli effetti devastanti di alcool e droghe per chi guida. Da lunedì il regista Ettore Pasculli e il suo staff saranno al lavoro in terra piacentina. Qui, tra cineprese e ciak, rimarranno per una settimana. La pellicola ha il patrocinio della presidenza della Repubblica, è prodotta da “Nuovo Cib”, sponsor principale è il gruppo Bayer. L’iniziativa cinematografica si avvale della collaborazione della Provincia e dei Comuni. L’assessorato provinciale alla cultura e al marketing territoriale di Maurizio Parma è partner attivo nella realizzazione del lavoro per il grande schermo e offrirà la propria collaborazione nella scelta delle location e nella promozione. “Si tratta – spiega l’assessore – di una grande opportunità per il territorio di farsi conoscere e di contribuire in maniera fattiva a un’iniziativa lodevole, che ha il meritorio scopo di porre all’attenzione del grande pubblico un fenomeno, quello degli incidenti stradali, che è la prima causa di morte fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni e la seconda per i ragazzi dai 10 ai 14 e dai 20 ai 24 anni”.

Il film fa parte di un vasto progetto di sensibilizzazione contro la piaga dei decessi al volante. La strategia di prevenzione passa anche attraverso un sito web, già on line (www.asfaltorosso.it) ricco di testimonianze, video, immagini shock e drammaticamente reali, profili dei personaggi e dettagli sulla produzione. Nella sezione “I numeri della morte” vengono riportate le cifre delle vittime dell’asfalto: ogni anno sono 1milione e duecentomila persone, a cui si aggiungono 50milioni di feriti.

La troupe installerà scenografie e girerà le scene tra le vie dei comuni, sulle strade e nelle cascine limitrofe. Al lavoro nei due borghi vi saranno parecchi volti noti. A partire dal protagonista Riccardo Sardoné, già modello per firme prestigiose (Armani, Dolce e Gabbana, Valentino) e personaggio chiave del film “Scusa ma ti chiamo amore” di Federico Moccia. Sul set anche: Valentina Melis, già protagonista del video di Vasco Rossi “Ma dove vai?” (2002) e attrice delle sit-com di canale 5 “Don Luca” e “Famiglia Rossi”, Daniele Santoianni, ex ospite della casa del Grande Fratello e volto del cortometraggio “Stalking” con Nina Moric. Nel cast anche Edoardo Raspelli (“Mela verde”), Susanna Messaggio, Ringo e, da Italia 1, Mirko Cattaneo. Sulla scena anche il piacentino Mino Manni e la concittadina d’adozione Susanna Giaroli.

La regia di “Asfalto rosso” è di Pasculli, architetto votato all’arte cinematografica e firma di “Fuga dal Paradiso” (1990), “Ultimo confine” (1994), “La Fabbrica del vapore” (1999, primo lungometraggio digitale italiano), “Goliath” la bestia umana. Il regista e la sua troupe saranno disponibili per interviste giovedì 11 e venerdì 12 novembre, dalle 9 alle 19. Il protagonista, Sardoné, sarà a Bobbio lunedì 8, nel pomeriggio. Il film racconta la storia di un ex pilota di formula 1 che nel corso di una serata si sballo e alcol rimane vittima di un incidente che lo costringe a vita sulla sedia a rotelle. Un episodio che gli farà maturare la convinzione di ritirarsi a vita privata in collina, tra vigne e filari (l’ambientazione scelta è, appunto, quella valtrebbiese). In una giornata come tante si troverà a soccorrere una ragazza, pilota di corse clandestine schiantatasi con la sua auto a gran velocità. E per entrambi sarà l’inizio di una nuova vita…