Domenica al Milestone il Kevin Harris Project

Domenica 14 novembre 2010 ritornano, dopo il grande successo di Karen Edwards, i “Concerti della Domenica” al Milestone, il jazz club di via Emilia Parmense 27, con il Kevin Harris Project: Kevin Harris al pianoforte, Keala Kaumeheiwa al contrabbasso e Steve Langone alla batteria. Per l’occasione il servizio al banco del bar sarà attivo solo fino all’inizio del concerto, trasformando così il Milestone in una perfetta sala da concerto; l’inizio è previsto per le ore 21.15 (ingresso soci Milestone 8 euro – soci PcJC 6 euro).

Kevin Harris, nativo del Kentucky ma con base a Boston, si è fatto una certa fama di improvvisatore per così dire “dialettico”, ovvero ama conversare col pubblico mentre inventa jazz sui tasti bianchi e neri. Ha poco più di trent’anni e già vanta eclettiche influenze quali quelle del grande Miles Davis e Thelonious Monk, ma anche Keith Jarrett e, perchè no, Frédéric Chopin. Harris è un pianista dallo stile essenziale e dal tocco cristallino che, con il suo stile eclettico e i suoi cambi improvvisi di ritmo, danza e piroetta attraverso un rilassato set composto da sognanti ballad e da leggeri e swinganti brani originali. Sostenuto dal giocoso drumming di Steve Langone e dal puntuale contrabbasso di Keala Kaumeheiwa, Harris dimostra che la sua passione per le metafore è ben spesa, quando dice che un trio jazz è come una appassionata conversazione fra grandi amici: il basso parla, mentre la batteria sussurra e il piano attende, per poi “buttare lì” qualche gentile accordo di commento; poi il basso tace, la batteria alza la voce, il piano fa una domanda e il basso risponde. In effetti, uno degli elementi più accattivanti del “project” è l’elevato livello di intesa che si è costituito tra i suoi membri, sia quando si lanciano in appassionati contrappunti musicali, che quando si concedono più semplici scambi scherzosi. Il batterista Steve Langone ha studiato la musica brasiliana, afro-cubana, indiana e ama lavorare su tempi inusuali, applicandoli a temi già noti con un effetto leggermente spiazzante. Keala Kaumeheiwa, allievo di Ron Carter e già con Herbie Hancock, è strumentista di grande livello. In conclusione, non lasciatevi scappare questa occasione di ascoltare un sicuro protagonista del jazz di oggi già proiettato nel futuro.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank