Comvegno a Piacenza: Pneumologia interventistica

Pneumologia interventistica, domani, mercoledì 17 novembre all’ospedale di Piacenza si fa il punto sull’argomento. È infatti in calendario un corso di aggiornamento dedicato a medici, biologi, assistenti sanitari e personale infermieristico. L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione sull’attività della nuova unità operativa di riferimento aziendale che si occupa ormai da circa un anno della diagnosi e terapia delle malattie polmonari e pleuriche con modalità invasive.

In particolare, la giornata di approfondimento (di cui si allega locandina) fornirà indicazioni su due metodiche diagnostiche in uso nel nostro ospedale: la broncoscopia e la toracoscopia medica.

“La prima – evidenzia il dottor Cosimo Franco, responsabile dell’unità operativa semplice di Pneumologia interventistica – consente di effettuare un’analisi dei bronchi attraverso l’introduzione di uno strumento (broncoscopio). Essa permette di rivelare fenomeni ostruttivi o infiammatori nei bronchi. Tradizionalmente la broncoscopia è utilizzata soprattutto per la diagnosi dei tumori polmonari”. Anche la toracoscopia va a caccia di patologie neoplastiche.

“Si tratta di una tecnica di chirurgia mini-invasiva che consente l’esplorazione visiva del cavo pleurico, ovvero di quella cavità posta tra ciascun polmone e la parete toracica”. La metodica in uso a Piacenza consente di effettuare biopsie mirate.

“La nostra attività – aggiunge ancora il dottor Franco – ha consentito di ampliare le opportunità di diagnosi e cura rispetto alle patologie dei bronchi e della pleura, la membrana che ricopre i polmoni”.

La nuova unità operativa ha sede nel piano seminterrato della palazzina delle Medicine specialistiche (ospedale di Piacenza) ed è punto di riferimento per l’intera rete provinciale. Gestisce pazienti esterni ma anche ricoverati, per un totale di circa 600 persone visitate in un anno.

Le patologie indagate sono essenzialmente neoplastiche o infettive.
Il convegno di domani vedrà tra i relatori i professionisti piacentini ma anche importanti colleghi di altre realtà. Tra gli altri ci sarà anche il piacentino Angelo Casalini, direttore della struttura complessa di Pneumologia ed endoscopia toracica dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma.