Nuova pista ciclabile e bici a scatto fisso per la Municipale

A fondo pagina ascolta il comandante Elsa Boemi.

blank

Un supporto importante per svolgere il servizio di prossimità. Presentate ieri le nuove biciclette a scatto fisso in dotazione agli agenti della polizia Municipale. Un mezzo utile per chi, come gli agenti ogni giorno si trova sulla strada e che permetterà di proseguire il servizio di prossimità. I velocipedi, forniti da Raschiani di San Nicolò e dal costo di 990 euro, sono dotati di telaio in alluminio, cambio a sette velocità e di una batteria al litio che consente 50 chilometri di autonomia. Il costo di realizzazione dell’opera, i cui lavori sono iniziati nel luglio 2009 per concludersi nell’estate 2010, a cura della ditta CMB Srl, è stato di 160 mila euro.

L’Amministrazione Comunale ha realizzato una pista ciclabile lungo le vie Martiri della Resistenza, Damiani, Nasolini, costituendo in tal modo un percorso di collegamento tra la zona dello stadio, la pista ciclabile di Via IV Novembre e il Pubblico Passeggio.

Lungo tale itinerario sono infatti presenti alcuni Istituti scolastici (ITIS, Istituto Professionale Leonardo Da Vinci, scuola media Carducci), negozi di vario genere, giardini pubblici, abitazioni, chiese, centri commerciali, bar, attrezzature e centri sportivi, nonché altre strutture che motivano la frequente e numerosa affluenza di ciclisti nella zona.

Le scelte della progettazione, per quanto riguarda i materiali, sono state fatte cercando di mantenere il più possibile l’aspetto e l’omogeneità dell’ambiente attuale.

Nel tratto di via Nasolini tra via IV Novembre e viale Dante, il percorso è pedonale-ciclabile sul lato in corrispondenza delle scuole, quindi si divide all’altezza dei giardini “Sandro Pertini”: la ciclabile all’interno dell’area verde, il percorso pedonale sul marciapiede.All’altezza di via Rogerio, di fronte alla scuola Carducci, il percorso diventa nuovamente ciclopedonale, per poi dividersi tra ciclabile all’interno e pedonale all’esterno dei giardini di Nostra Signora di Lourdes.Oltrepassata la chiesa, al civico 28 di via Damiani si attraversa e, sul lato opposto della strada, la pista resta divisa tra pedonale all’interno e ciclabile all’esterno. Dalla rotatoria con via Leonardo da Vinci, la pista diventa monodirezionale su entrambi i lati in via Damiani.In via Martiri della Resistenza, nel tratto compreso tra via Boselli e via Motti, la pista ciclabile è monodirezionale sul marciapiede su ambo i lati della strada, per una larghezza di mt. 1,50.In corrispondenza dell’intersezione con via Motti è stato realizzato un attraversamento ciclopedonale mediante il quale la pista ciclabile prosegue fino alla zona dello stadio, nonché lungo via Martiri della Resistenza sino all’intersezione con via Manfredi, trasformandosi in percorso misto pedonale-ciclabile bidirezionale.

Il costo di realizzazione dell’opera, i cui lavori sono iniziati nel luglio 2009 per concludersi nell’estate 2010, a cura della ditta CMB Srl, è di 160 mila euro.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank