Assistenti familiari: Regolarità dei trasporti di lavoro e servizi

blank

ASSISTENTI FAMILIARI: A BOBBIO SI SONO TRATTATI I TEMI DELLA REGOLARITA’ DEI RAPPORTI DI LAVORO E DEI SERVIZI PER L’ INCONTRO DOMANDA OFFERTA DI LAVORO .

blank

Radio Sound blank blank blank

Nei giorni scorsi si è svolto a Bobbio , presso la Comunità Montana dell’Appennino Piacentino, il seminario informativo intitolato “Il rapporto di lavoro delle badanti” organizzato dal Centro di Formazione “Vittorio Tadini”. Il seminario è il quarto di un ciclo di iniziative finanziate al Centro di Formazione Tadini dall’Amministrazione Provinciale di Piacenza, nell’ambito della promozione della regolarità del lavoro che mirano ad assistere e facilitare la diffusione di una cultura della regolarità nel settore del lavoro domestico, a vantaggio di tutti i soggetti coinvolti: famiglie, operatori ed assistenti familiari.

L’Assessore Provinciale al lavoro e alla formazione professionale Andrea Paparo , ha avuto modo di osservare , a corollario dell’iniziativa, che il favorire una buona circolazione delle notizie sulla corretta gestione della fase di assunzione dei lavoratori domestici può aiutare a far emergere situazioni di lavoro spesso non “formalizzate” . Proprio per questo motivo l’Amministrazione ha ritenuto opportuno finanziare, nell’ambito dei Bandi F.S.E. , brevi seminari informativi da svolgere in diverse aree del territorio ( anche montane) dove si avverte maggiormente l’esigenza di informazioni e punti di riferimento certi.

L’incontro si è rivelato un’ottima opportunità di informazione e di aggiornamento, c’è stata grande partecipazione non solo di famiglie e badanti ma anche di associazioni datoriali e consulenti del lavoro che seguono le famiglie nelle pratiche di gestione del rapporto di lavoro. Fondamentale la presenza e l’impegno organizzativo delle assistenti sociali del territorio.

Il seminario si è aperto con l’intervento di Massimiliano Gobbi del Centro di Formazione Tadini, che ha presentato il significato dell’iniziativa ed i relatori; è seguito l’intervento del funzionario dell´INPS di Piacenza, Gianni Bernardini, che ha tracciato un quadro completo ed aggiornato in merito alla situazione normativa, agli adempimenti necessari per la contrattualizzazione, ai diritti e ai doveri di lavoratori e famiglie ed alle eventuali sanzioni previste. L’intervento successivo è stato quello di Paola Baldini, Responsabile dei Centri per l’Impiego della Provincia di Piacenza, che ha presentato il servizio di incontro domanda offerta rivolto alle famiglie ed alle assistenti familiari.

Il servizio offerto dai Centri per l’Impiego è nato all’interno di una sperimentazione avviata in collaborazione con il Comune di Piacenza .L’Amministrazione Provinciale si è impegnata ad implementare, attraverso i Centri per l’Impiego un servizio di accoglienza informazione e orientamento rivolto alle persone in cerca di lavoro nel settore dell’assistenza ed alle famiglie in cerca di personale, in ordine alle condizioni e modalità di assunzione con contratto di lavoro domestico. E’ stata creata una banca dati di assistenti familiari che viene messa gratuitamente a disposizione delle famiglie che sono in cerca di personale. Le famiglie possono prendere contatto con il Centro per l’Impiego di Piacenza e, con l’aiuto di un operatore, definire le caratteristiche della persona più adatta a rispondere alle esigenze di assistenza e indicare le condizioni offerte (orari, sede di lavoro, tipo di mansioni, ecc.). Il Centro per l’Impiego elabora un elenco di candidati in possesso delle caratteristiche richieste e consegna alle famiglia i curricula che riportano le informazioni principali sulla persona (esperienze lavorative e formative) e i recapiti per poterla contattare.

L’Assessore Paparo ha sottolineato che i servizi pubblici per l’impiego non possono dimenticare, nelle loro attività, il ruolo delle “assistenti familiari” così importante per le famiglie che si trovano ad affrontare una complessa fase storica caratterizzata dall’invecchiamento della popolazione, dai carichi familiari spesso gravosi rispetto al “lavoro di cura” e dalla doppia presenza delle donne sempre più divise tra lavoro e famiglia. Si parla spesso, a tal proposito, di doveroso interesse al mantenimento di un welfare familiare, ecco perché l’attenzione dell’Amministrazione Provinciale è ed è stata indirizzata al potenziamento dei servizi offerti alle famiglie nella fase di ricerca di figure professionali competenti nel settore dell’assistenza, con una forte attenzione al rapporto con le lavoratrici e i lavoratori che si rivolgono agli uffici. La risposta degli utenti sembra premiare questo impegno; dal 2008, infatti, si sono rivolte al Centro per l’impiego circa 190 famiglie residenti in tutta la Provincia per la ricerca di personale e molte di più per avere informazioni sul servizio e/o sul contratto.

I dati confermano l’esigenza di trovare canali meno informali (spesso caratterizzati dalla non completa regolarità) per la ricerca di personale nel settore del lavoro di cura, esigenza avvertita non solo dalle famiglie ma anche dagli operatori sociali. Negli ultimi mesi l’Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale ha promosso dei momenti di presentazione del servizio dei Centri per l’Impiego nei Distretti di Levante e Ponente , coinvolgendo non solo i Responsabili dei Servizi Sociali ma anche gli operatori e riscontrando un forte interesse per avviare modalità di collaborazione. Per i prossimi mesi l’Assessorato ha l’obiettivo di rinnovare il Protocollo d’intesa , sottoponendolo all’attenzione dei vari Comuni .

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank