La Rebecchi chiude il 2010 alla grande: 3 a 0 a Perugia

Con una bellissima vittoria si chiude l’ultima partita casalinga della Rebecchi Nordmeccanica nell’anno 2010: a farne le spese Perugia, dimostratasi squadra ostica all’altezza della sua fama.

LA CRONACA

Il primo set parte all’insegna della tensione: il gioco ne soffre, il punteggio è in equilibrio. Poi Piacenza con un ace di Brussa e un punto di Borrelli dalla seconda linea inizia a far vedere le prime fiammate, e con Tirozzi e Nicolini si arriva al 9-7. Il muro perugino si fa sentire ed è 11-11, prima di una serie positiva di Perugia che porta le ospiti in vantaggio allo stop tecnico: 12-16. Al rientro, sulla battuta di Dall’Ora Piacenza mette a segno ben dieci palloni consecutivi con  Brussa,  Scarabelli e  Nicolini che si alternano fra attacchi e muri: è il 22-16, aniticamera del 25-19 finale firmato da Scarabelli.
Nelle file della Rebecchi Nordmeccanica è in evidenza la prova corale, con tutte le attaccanti piacentine a segno più volte grazie alla distribuzione di Dall’Igna e alla ottima ricezione della squadra piacentina (76% di perfezione).

Nel secondo set il ritmo è più alto fin dai primi scambi, le squadre restano vicine fino a quota 12. Piacenza allunga: 16-12. Perugia è tutt’altro che arresa, ma Dall’Ora schiaccia il 17-13 e Borrelli il 18-14. È di Scarabelli il 20-14, a cui reagiscono prepotentemente Fateeva e Krivets (20-16), ma Dall’Ora ferma a muro (21-16). Ancora Scarabelli a segno, poi Kajalina mette a terra il 24-17. Perugia accorcia con un missile di Fateeva, ma un pallonetto di Nicolini vale il 25-19.

Il terzo parziale vede una grande partenza della Rebecchi Nordmeccanica che si prende qualche puntio di vantaggio su un Perugia che però riesce sempre a restare in scia.
Ryhkluk firma il nono punto di Perugia, e un errore piacentino porta al 10 pari.
Piacenza riparte con Nicolini (11-10), ma Perugia torna di nuovo avanti e si prosegue punto a punto. Il tifo piacentino sale alle stelle, un missile di Scarabelli porta a  15-14 e un fallo perugino vale il 16-14. Due muri piacentini ed è  18-15,
Fateeva va a segno, ma Scarabelli risponde con un attacco e un ace: 20-16. Perugia è ancora molto pericolosa, Fateeva accorcia (21-19), si riparte con Nicolini ma Fateeva da il via alla rimonta perugina che porta a un finale infuocato in cui la Rebecchi Nordmeccanica la spunta per 26 a 24, è il 3-0 finale.

IL DOPO PARTITA

Alla piacentina Scarabelli, 59% in attacco e 79% di ricezioni positive, va il trofeo per la miglior giocatrice in campo: “Sono contenta per il risultato della squadra – è il commento di Chiara – poi il premio di miglior giocatrice è certamente una soddisfazione ma non è l’essenziale: la soddisfazione è questa bella prova della squadra, sia in attacco che soprattuto in difesa dove non abbiamo proprio mollato un pallone!”

Miglior marcatrice è un’altra giocatrice della Rebecchi Nordmeccanica, Natalia Brussa: “Abbiamo iniziato un pò tese, sapevamo che potevamo vincere questa partita e la tensione ci ha un pò bloccato – spiega Brussa – poi da metà del primo set si è visto proprio un grande gioco di squadra. Era una partita molto importante per noi, Mauro e Guido ci han dato la carica giusta durante la settimana ed è scaturita questa bella vittoria di squadra, sono proprio contenta!”

Cuello, allenatore Perugia: “Siamo partiti molto bene, abbiamo anche murato tanto, poi abbiamo preso quei 10 punti di fila che è stato difficile recuperare, soprattutto dal punto di vista psicologico ci hanno pesato molto. Sono sicuro che miglioreremo, è una questione di tempo, dobbiamo lavorare noi come dovrà lavorare anche Piacenza, e quando ci reincontreremo la partita sarà giocata ancora meglio di oggi.”

Chiudiamo con un commento flash dell’allenatore delle piacentine Mauro Chiappafreddo: “Ho visto una Rebecchi Nordmeccanica che in campo ha dimostrato di avere un’anima, è proprio quello che mi piace!”

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – DESPAR PERUGIA 3-0 (25-19, 25-19, 26-24)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Mazzocchi (L), Dall’Ora 5, Dall’Igna, Borrelli 10, Nicolini 9, Scarabelli 12, Kajalina 1, Tirozzi 2, Brussa 16. Non entrate Pizzasegola, Segalina, Catena. All. Chiappafreddo.
DESPAR PERUGIA: Fateeva 13, Quaranta 8, Leggeri 7, Rykhliuk 9, Arcangeli (L), Krivets 3, Popovic 6, Angeloni, Callegaro, Rondon 2. Non entrate Lukovic, Sacco, Ihnatsiuk. All. Cuello.
ARBITRI: Sobrero, Simbari.
NOTE – Spettatori 640, incasso 1800, durata set: 24′, 24′, 27′; tot: 75′.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank