Cronaca di Piacenza: palestinese in città con documenti falsi; furti

Un cittadino palestinese era riuscito a farsi assumere in una ditta di spedizioni usando documenti clonati e contraffatti, aveva subito un infortunio sul lavoro ed era anche riuscito a farsi risarcire il danno patito, sempre attraverso i falsi documenti. L’uomo con permesso di soggiorno clonato e una carta d’identità intestata ad un egiziano e opportunamente contraffatta si era anche tolto dieci anni. E’ stato fermato ieri dalla polizia nel corso di controlli in città e denunciato a piede libero per uso di atto falso. Protagonista della vicenda un palestinese 44enne, clandestino che è stato trovato con permesso di soggiorno clonato e carta d’identità  falsa intestata ad un egiziano di 34 anni. Era riuscito ad ottenere 2400 euro di risarcimento per l’infortunio che effettivamente aveva subito mentre si trovava al lavoro.Tre donne nomadi con precedenti per furto sono state fermate questa mattina nel corso di controlli avvenuti in via Cella da parte degli agenti della volante. Le tre donne, 2 delle quali  di 23 e 35 anni residenti a Caorso e una di 27 residente a Limbiate sono state condotte in questura. Due di queste sono state sottoposte a foglio di via obbligatorio da Piacenza, si tratta di quella residente a Limbiate che non potrà venire nel territorio piacentino per i prossimi3 anni. L’altra sottoposta a foglio di via obbligatorio potrà restare a Caorso dove abita ma non potrà venire a Piacenza.Una donna è stata derubata della sua borsetta contenente poche decine di euro e i di documenti da due sconosciuti questa mattina mentre si trovava in un supermercato di via Cerati. La donna aveva momentaneamente appoggiato la sua borsetta accanto ad uno scaffale quando due giovani di bassa statura si sono avvicinati e sono stati visti allontanarsi con la borsetta della signora. Del fatto è stata sporta denuncia in questura.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank