Domenica celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Gianni Ambrosio

Domenica 9 gennaio 2011 alle ore 16.00 in Cattedrale S.E. mons. Gianni Ambrosio presiederà la solenne concelebrazione eucaristica nella festa del Battesimo del Signore per l’inizio del secondo anno della Missione Popolare diocesana.

Sono invitati tutti i fedeli laici della diocesi, i religiosi e le religiose, i membri delle associazioni,dei gruppi e dei movimenti ecclesiali.

Con il Vescovo concelebreranno i sacerdoti, i vicari episcopali, i moderatori delle 38 unità pastorali della diocesi.

La celebrazione avviene ad un anno di distanza dall’apertura del primo anno di Missione Popolare (10 gennaio 2010). L’anno scorso la celebrazione è stata caratterizzata dalla consegna di un Evangeliario: l’esperienza di familiarità con il Vangelo è stata infatti al centro del cammino del primo anno.

Domenica 9 gennaio il Vescovo compirà un’altra significativa consegna nelle mani dei laici delegati dalle singole unità pastorali: il “libro del Pater”. Dalla preghiera del Signore sono state ricavate parole buone per la vita degli uomini: parola buona per le situazioni di sofferenza, parola buona per vivere le relazioni e parola buona per costruire la città.

La celebrazione sarà animata nel canto dalla Cappella Maestro Giovanni diretta dal maestro Massimo Berzolla, responsabile dell’Istituto diocesano di musica sacra. Un animatore guiderà il canto dell’assemblea.

Il servizio liturgico è affidato ai seminaristi del Collegio Alberoni.

IL LIBRO DEL PATER

Il libro del Pater

Il volume racchiude diciotto preghiere di benedizione: offerta di benedizione a Dio e richiesta di benedizione sugli uomini. Ad aprire la raccolta di testi le parole del Padre nostro, secondo l’evangelista Matteo (Mt 6,9-13) e, in chiusura, alcuni salmi suggellati dalle parole della “benedizione di Aronne” (Nm 6,22-2). Inoltre è proposto, in conclusione, un formulario per la benedizione delle famiglie, secondo una felice tradizione della Chiesa.

Il progetto grafico è di Michele Lombardelli e la stampa e a cura Nuovalitoeffe srl di Piacenza.

Perché ricevere e trasmettere Benedizione

Ricevere e trasmettere ‘benedizione’ è uno dei gesti fondamentali della fede. La benedizione dà respiro, istituisce uno stile di relazione rincuorante e incoraggiante. Annuncia la speranza che qualcosa possa nascere e che quello che vive possa ricevere ancora linfa vitale. La parola di benedizione è vittoria sull’imperialismo del sospetto e della maldicenza. È una parola buona sulla vita, aiuta a reggere con fecondità le ore tragiche della vita, permette di trasformare il frangente in apertura, la stretta in passaggio e spiraglio. Vita e benedizione vanno insieme. Benedizione di Dio è la relazione fra uomo e donna e frutto della benedizione è la nascita del figlio. Ogni relazione e ogni esperienza umana fondamentale non sta senza benedizione.

Il pio israelita innalzava preghiere di benedizione in ogni circostanza della vita. I Salmi sono ricchi di inviti a benedire il Signore e a invocare benedizione da Lui. Maria è la Benedetta fra le donne. Con il Magnificat ha cantato il suo inno di benedizione al Padre (Lc 1,46-53). Così Zaccaria nel Benedictus (Lc 1,68-79). In Cristo Dio ci ha benedetti con ogni benedizione ( Efesini 1,3). San Francesco trovava motivo per benedire e lodare il Signore in ogni creatura e in ogni esperienza, anch’egli ha composto un cantico di benedizione.

Ancora oggi uomini e donne innalzano in ogni ora del giorno inni e canti di benedizione al Padre e percepiamo che sono per noi ‘benedizione del Signore’. La preghiera di benedizione trasforma chi prega in esistenza benedetta; benedire il Signore, chiedere di essere benedetti ci dà la possibilità di diventare presenza benedicente.

L’immagine di copertina

La copertina del volume, stampato in 50 esemplari numerati, è impreziosita da un opera dell’artista piacentino Giorgio Milani.

Le benedizioni

Le diciotto orazioni sono state composte, grazie al contributo dei laici animatori della Missione, a partire da tre versetti della preghiera del Padre nostro, in particolare:

Padre nostro

Benediciamo il Padre per i genitori

Benediciamo il Padre per i figli

Benediciamo il Padre per gli amici

Invochiamo benedizione dal Padre sulle famiglie

Invochiamo benedizione dal Padre sui figli

Invochiamo benedizione dal Padre sugli amici

Venga il tuo regno

Benediciamo il Padre per il pane e la casa

Benediciamo il Padre per il lavoro

Benediciamo il Padre per i testimoni del bene

Invochiamo benedizione dal Padre sulla nostra città

Invochiamo benedizione dal Padre sugli educatori

Invochiamo benedizione dal Padre su coloro che cercano un lavoro

Liberaci dal male

Benediciamo il Padre per il perdono ricevuto

Benediciamo il Padre per la pace ritrovata

Benediciamo il Padre per l’amore ricevuto

Invochiamo benedizione dal Padre nelle ore di fragilità

Invochiamo benedizione dal Padre sugli ammalati nel corpo

Invochiamo benedizione dal Padre sui sofferenti nello spirito

Utilizzo

Il libro è stato composto per essere utilizzato in momenti di preghiera comunitari. Nei prossimi mesi sarà pubblicata una edizione adatta alla massima diffusione. Potrà essere consegnato in diverse occasioni della vita pastorale (incontri con i genitori, incontri con gli ammalati,…) oppure lasciato in dono dal sacerdote al momento della benedizione della famiglia.

INFO E CONTATTI

Segreteria della Missione Popolare Diocesana

c/o Ufficio Pastorale

Curia Vescovile di Piacenza-Bobbio

290121 Piacenza

Segreteria: Dario Carini

333 3267965

Telefono: 0523 308315

Sito internet: www.missionepiacenzabobbio.org

E mail: ufficiopastorale@curia.pc.it

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank