Dilettanti, la domenica delle piacentine

Calcio dilettanti, una domenica scoppiettante. ECCELLENZA – A Borgotaro, poteva essere una passeggiata ma così non è stato. Il Fiorenzuola, per non smentirsi, si è complicato la vita da solo non riuscendo a chiudere la sfida dopo trenta minuti da favola, intensi e spumeggianti, coronati dal gol di capitan Melotti e da una lunga serie di palle gol maldestramente sciupate. La Valtarese è stata così sempre in gioco, riuscendo prima a segnare l’1-1 con Bozzia e poi il 2-2 con Micheli: ma alla fine è stato Rosi a far pendere la bilancia in favore dei rossoneri. Un Fiorenzuola con luci ed ombre, capace di giocate sontuose e di grossolani errori in difesa: ben vengano questi tre punti che consentono alla formazione piacentina di restare nella scia della Crociati Parma, capolista nel campionato di Eccellenza.Certo che sarebbe meglio soffrire di meno ed essere più cinici sottorete. Stavolta è andata bene, ma se il parmigiano Vietto avesse segnato il 3-3 in pieno recupero saremmo qui a commentare un’altra occasione gettata al vento dopo aver dominato per lunghi tratti. Ma tutto è bene quel che finisce bene, per cui forza Fiorenzuola, il sogno continua!PROMOZIONE – La Pontolliese Libertas sfata il tabu del derby, batte la Pontenurese con un gol dell’ex Olivieri e balza al terzo posto nel campionato di Promozione. Dopo anni e annorum, la Pontolliese riesce quindi a fare il colpaccio a Pontenure. Non senza soffrire, perché come ogni buon derby il risultato è stato in bilico fino all’ultimo secondo e sicuramente gli attuali 18 punti di differenza in classifica fra le due squadre non si sono assolutamente visti. Un po’ perché la Pontenurese è in evidente crescita di condizione e quadratura del cerchio, un po’ perché la Pontolliese una volta in vantaggio ha badato a gestire la situazione cercando il raddoppio in contropiede. E Olivieri , in una rapida sortita ha colpito un clamoroso palo. Ma forse sarebbe stato troppo contro una Pontenurese che non è assolutamente dispiaciutaIl Pro Piacenza, dal canto suo, castiga pesantemente il Soragna e inspira una salutare boccata d’ossigeno. 3-0 tondo tondo come frutto di un secondo tempo condotto con l’acceleratore a tavoletta, con Cerati e Dattero (doppietta per lui) incontenibili e capaci di affossare le flebili speranze dei parmensi. Ci voleva proprio, bravo Pro Piacenza.PRIMA CATEGORIA – Finalmente qualcosa di nuovo da raccontare in Prima Categoria. Sua maestà Marzolara ha smesso di vincere e con il 2-2 conseguito a Fontanellato ha ridato corpo alle fondate speranze di scudetto del Gragnano (2 a 0 al Sivizzano firmato Kurriku e Perdetti), del Berceto (3-1 alla Turris con reti di Tanzi, Polizza, Calici e Bertorelli) e perché no del BettolaSpes che si è imposto con il minimo scarto e in piena zona Cesarini al Borgotaro: gol-partita di Zangrandi con un preciso colpo di testa su cross di Albertazzi.Tra le curiosità della domenica il forzato impiego del difensore Bertoglio come portiere del River, dopo solo 4′ di gioco. Ferrari è costretto a dare forfait e Bertoglio fa di tutto e di più nel 2-2 finale contro il Fontana Audax. A segno Colombi, Calzolari e Tundis con una doppietta. Inoltre falli e fallacci in San Nicolò e Gotico che si chiude senza gol ma con ben tre espulsi e una miriade di ammoniti. San Lazzaro e Marsaglia, nel derby dalle mille paure, non si fanno male e chiudono sull’1-1 con reti di Dosi e Bonafè rimandando la loro riscossa a tempi migliori. Il Monticelli, infine, impone la sua superiore caratura tecnica al San Polo e con una doppietta di Agosti vanifica il momentaneo pari di Bin. Un 2-1 che fa morale e sesto posto in classifica.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank