Reggi su Piazzale Plebiscito, apertura al dialogo ma senza \”ultras\”

Confronto sì. Anche un’apertura significativa, se lo si riterrà opportuno. Ma «senza ultras e non in un clima da stadio». «Se qualcuno vuole la rissa, dico fin da subito che io non ci sono».

Sul progetto di piazzale Plebiscito il sindaco Reggi chiarisce lo spirito con cui l’amministrazione lunedì sera alla Sala dei Teatini intende promuovere l’incontro pubblico. Rispetto alle roboanti polemiche di questi giorni, il sindaco si augura un atteggiamento «più tranquillo da parte di tutti». Anzi, va oltre, esplicitando la sua speranza: «Mi piacerebbe che il percorso di partecipazione che stiamo avviando si concludesse con un “plebiscito” sul progetto», afferma giocando sul nome del piazzale.

A testimonianza del tema e di un momento particolarmente delicato sul tema del verde pubblico, accanto a lui, oggi in conferenza stampa, c’erano anche gli assessori Ignazio Brambati (Opere pubbliche e verde urbano) e Pierangelo Carbone (Mobilità e sviluppo sostenibile). Ed è stato quest’ultimo ad ammettere più volte come le idee dell’esecutivo sul piazzale rappresentino «una scelta forte».

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

App Galley