La Rebecchi lancia sabato al De Benedetti la sfida alla Juve 98 Torino

La Rebecchi Nordmeccanica lancia sabato al De Benedetti la sfida alla Juve 98 Torino, quarta forza del girone. Lo fa forte delle due corroboranti vittorie ottenute contro Ponte di Piave e soprattutto galvanizzata da un girone di ritorno prodigo di soddisfazione che sta gettando le premesse per un finale di stagione interessante. Rispetto a qualche settimana fa la classifica biancorossa ha trovato giovamento da risultati positivi ottenuti contro alcune delle migliori espressioni del campionato. Stavolta tocca alla Juve con la quale pende una sorta di conto aperto ricordando le due brucianti sconfitte subite all’andata. Fu quello probabilmente il momento più difficile della stagione o per lo meno quello che riportò la Rebecchi Nordmeccanica con i piedi per terra lasciando presagire che il futuro sarebbe stato più problematico del previsto. Si perse malamente e ci rese conto che per vedere il miglior Piacenza all’opera ci sarebbe voluto ancora tempo, probabilmente troppo in prospettiva play-off. Quel Piacenza tutto muscoli adesso è finalmente una realtà al punto che basterebbe considerare la classifica del solo girone di ritorno per trovare i biancorossi ai vertici del girone. Ma purtroppo la realtà è un’altra e tiene conto anche dei troppi passi falsi compiutoi nella fase d’andata con un numero francamente intollerabile di partite perse col minimo scarto. Sarebbe bastato davvero poco per veder cambiare in meglio una stagione che a questo punto può riservare alla squadra di D’Auria solo soddisfazioni di giornata ed al massimo un quarto o terzo posto finale, prestigioso fin che si vuole ma non buono per i play-off. La Juve 98 dal canto suo ha riassettato contro i derelitti Bologna Athletics un momento non dei più eccellenti. Prima della doppietta contro il fanalino di coda i piemontesi si erano accontentati di una vittoria in quattro gare. Statistiche alla mano battono sostanzialmente come Piacenza ( media squadra 275 contro 273) con ai vertci Santo Juan Robert (386 con 25 punti battuti a casa), Jordano Collado (351), Maurizio De Maria (312), e Francesco Rosa Colombo (302). Un pochino migliore il rendimento difensivo ( 969 contro il 947 di Riccio e compagni) mentre sul monte di lancio i numeri sembrano non dar scampo ai torinesi. Il bull-pen piacentino incassa meno di due punti a partita (esattamente 2.77) mentre quello juventino rasenta i cinque (4.66). Il migliore di loro resta Di Taddeo (3.46 con otto successi e due sconfitte) mentre è buona ma non eccelsa la statistica dello straniero De La Cruz che non va sotto al 4.12 con tre vittorie ma anche quattro sconfitte. Il reparto è completato dagli italiano Falcione, Arrigoni e Provenzano. Chiaro quindi che in casa biancorossa si dovrà ancora una volta contare sullo straordinario momento dei lanciatori. Loardi (3.09) e Lucena (2.62) al pomeriggio, Acosta (0.65) e Figueroa (1.76 con 95 strike.outs!) alla sera. Se tutto funzionerà è probabile che anche per la Juve 98 possa esserci poco scampo anche perché da un’analisi generale non sembra che i bianconeri siano cresciuti rispetto all’andata così come ha fatto invece la Rebecchi Nordmeccanica. L’auspicio è che il campo confermi tutto questo e che sabato sera la squadra di D’Auria possa agganciare in classifica la Juve. Le partite inizieranno alle 15,30 e 20,30 con arbitri Campora e Giacomazzi.

LE ALTRE PARTITE: Redipuglia-Collecchio, Padova-Bologna Athletics, Rovigo-Boillate e Codogno-Ponte di Piave.

CLASSIFICA:Rovigo 750 (28-21-7), Redipuglia 714 (28-20-8), Codogno 642 (28-18-10), Juve 98 Torino 592 (27-16-11), Padova 518 (27-14-13), Piacenza 500 (28-14-14), Ponte di Piave 464 (28-13-15), Bollate 428 (28-12-16), Collecchio 357 (28-10-18), Athletics Bologna 035 (28-1-27).

SERIE C: Rebecchi Nordmeccanica in trasferta domenica a Parma per la seconda di ritorno contro la Crocetta. Nell’ultimo turno sconfitta casalinga contro Colorno (8-3).

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank