Rapina a mano armata a Piacenza, partite le indagini della polizia

Hanno picchiato sul finestrino con un oggetto metallico. Poi, armati di pistola e con i volti coperti da caschi integrali, hanno rapinato una coppia che stava chiacchierando nell’auto. E’ questo il racconto che un uomo di 41 anni e una donna di 24 hanno fornito l’altra notte alla polizia. La Squadra Mobile sta ora indagando sulla dinamica di un caso che nella nostra città sembra avere pochi precedenti.

blank

I fatti sarebbero avvenuti intorno alle 2,15 in via Maddalena, strada che collega via Castello a viale Beverora. E’ lì che i due giovani stavano parlando chiusi nell’abitacolo della vettura dell’uomo quando, secondo il racconto riferito successivamente agli inquirenti, avrebbero visto dallo specchietto tre giovani avvicinarsi a piedi da viale Beverora.

Pochi istanti ed ecco che due dei tre, descritti come vestiti di scuro e con indosso dei caschi integrali a coprire il volto, si sarebbero parati davanti alla portiera del passeggero dove era seduta la giovane donna. Un altro, anch’egli vestito di nero e con casco, si sarebbe invece messo di fronte al finestrino del conducente iniziando a battere sul finestrino con un oggetto metallico. Secondo il racconto i due giovani avrebbero visto spuntare due pistole. 

Avrebbero aperto le portiere intimando all’uomo di non gridare e di consegnare loro il portafogli. Alla fine dopo alcune resistenze, sarebbero riusciti a farsi consegnare dalla ragazza 70 euro in contanti, prima di darsi alla fuga.

A quel punto, decisamente sotto choc, la coppia ha dato l’allarme alla polizia raccontando l’andamento dei fatti e riferendo che i rapinatori erano probabilmente di nazionalità italiana.  Gli inquirenti della Squadra Mobile stanno compiendo accurati accertamenti nel tentativo di scoprire elementi utili alle indagini.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank