Le Vie dell\’Amicizia: oltre 150 mila euro a sostegno delle missioni

Oltre 150 mila euro a sostegno delle missioni di Francesca Lipeti, della comunità Koinonia e delle borse di studio per i giovani kenyoti. E’ questo il bilancio della raccolta fondi legata all’evento benefico “Le Vie dell’Amicizia 2011” che lo scorso luglio ha visto protagonista Piacenza come una delle tre città ospitanti – insieme a Ravenna e Nairobi – il concerto dell’Orchestra Luigi Cherubini diretta dal Maestro Riccardo Muti. Un grande evento in cui la solidarietà ha parlato il linguaggio universale della musica.

A presentare i risultati è stato l’assessore alla Cultura Paolo Dosi, in rappresentanza di Roberto Reggi, presidente del Comitato promotore dell’iniziativa.

I fondi raccolti, al netto dei costi per la realizzazione del concerto, ammontano a 151 mila euro. Le donazioni effettuate da Associazioni di categoria, Fondazioni e Aziende private che sono state partner, main sponsor e sponsor dell’iniziativa sono state destinate al 50% per la realizzazione del concerto e per il restante 50% alla raccolta benefica, con unica eccezione della Camera di Commercio che per obblighi statutari ha sovvenzionato il concerto, quale iniziativa per la promozione del territorio. Le donazioni effettuate da associazioni varie e da privati cittadini a titolo di supporter e amici del Comitato sono state interamente devolute alla raccolta benefica. A queste vanno sommate le altre iniziative che hanno accompagnato il concerto: la raccolta solidale sms (il cui saldo non è ancora definitivo e si conoscerà solo all’inizio del nuovo anno), i biglietti delle prove aperte dell’Orchestra Cherubini, la lotteria e le tante elargizioni anonime devolute interamente alla raccolta benefica. Il ricavato delle vendite dei biglietti del concerto del 6 luglio al Municipale è stato destinato al 50% per la copertura delle spese e al 50% alla causa umanitaria.

I partner e gli sponsor hanno donato complessivamente per la raccolta benefica circa 60 mila euro. 59mila euro provengono dalla donazioni di privati e associazioni (di cui 38mila dalla campagna dell’sms solidale, suscettibile di ulteriori variazioni, 6.500 euro dalla vendita dei biglietti della lotteria e 2.500 euro dai biglietti della prove aperte). Dalla vendita dei biglietti del concerto sono stati donati per la causa umanitaria 17mila euro.

Il Ravenna Festival il cui ruolo è stato fondamentale nell’organizzazione dell’ evento e della raccolta benefica ha contribuito con una donazione di 15mila euro.

“Al di là dei numeri – ha commentato Dosi – che sono importanti e ci riempiono di orgoglio, il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno deciso di esserci mettendo prima ancora che il contributo economico, la voglia e il desiderio di poter fare del bene e regalare un futuro migliore a centinaia di giovani”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank