Morpho Piacenza abbandona la Coppa Italia a testa altissima

Enel Brindisi – Morpho Piacenza 74-70 (19-17; 39-32; 57-50; 74-70). Brindisi passa il turno con un solo punto di differenza (in virtù delle tre lunghezze di vantaggio maturate nella gara di andata), onore a Piacenza che ha giocato per vincere fino all’ultimo secondo.
Quarti di finale di coppa Italia: Enel Brindisi contro Morpho Piacenza. I biancorossi hanno vinto la gara d’andata anche se solamente di tre punti. Piacenza nella competizione ha già eliminato Barcellona, altra grande squadra.

Enel Basket Brindisi: Lacandela, Maestrello, Poletti, Formenti, Hunter, Simoncelli, Renfroe, Ndoja, Borovnjak, Callahan, Zerini, Vorzillo. All. Bucchi
Morpho Piacenza: Casella, Infante, Harrison, Passera, De Nicolao, Stecconi, Varrone, Voskuil, Anderson, Scarone, Amoroso. All.: Corbani.
Primo quarto: ex dell’incontro Luca Infante. stoppata di Harrison su  Borovnjack. Piacenza avanti di quattro punti. Hunter si libera di Voskuil e realizza i primi due punti di Brindisi. I padroni di casa possono usufruire di una rimessa in attacco. Brindisi riesce già a pareggiare 4-4. Ndoja realizza da tre punti e regala ai padroni di casa il primo vantaggio 7-4. Infante in rimbalzo 7-6. Tripla di Passera, Piacenza ritrova la parità 11-11. Hunter realizza 15-11, è il massimo vantaggio fino a qui per Brindisi. Renfroe rincara la dose 17-13. Due punti per Borovnjak. 19-17. Piacenza è ancora viva. Primo quarto non bellissimo che si chiude sul 19-17.

Secondo quarto:Assist di infante e taglio di Casella 19-19. Rimbalazo in attacco di Simoncelli. Settima palla persa della partita per Brindisi, con Simoncelli che non riesce a servire Borovnjack. Passera va a schiacciare per il pareggio di Piacenza 21-21. Brindisi un pò lenta in difesa. Coach Bucchi chiama time-out, così arrabbiato che ha rotto la lavagnetta in tre pezzi. Fallo in attacco di Borovnjack. Poletti subisce fallo da Infante. Altro time-out chiamato da Bucchi, molto arrabbiato con i suoi ragazzi. 24-21 per Brindisi che conduce pur non giocando bene. Fallo di Simoncelli. Piacenza è motivata e sta giocando ai suoi livelli, non si può dire lo stesso per Brindisi. Fallo a rimbalzo di Callahn. Anderson dalla linea della carità: 1/2 (24-22). Simoncelli trova ancora la retina. Poletti commette fallo e si prende anche la minaccia di tecnico da parte dell’arbitro. 26-22per Brindisi. Poletti allunga ancora 28-24. Ndoja ruba palla, fallo di Anderson. Poletti dai liberi: 1/2 (29-24), Piacenza deve rincorrere. Fallo in attacco di Harrison. Il pubteggio è bassisimo, a testimonianza del fatto che ci sono state molte imprecisioni sotto canestro. Poletti realizza ancora e l’Enel Brindisi allunga: 31-24, massimo vantaggio per i padroni di casa. 33-26 per Brindisi, Coach Corbani chiama timeout. Per ora sono i lunghi e Passera a tenere in piedi Piacenza. Hunter a segno 35-26. Hunter ruba palla a Scarone 39-32 per Brindisi e il quarto finisce qui. Hunter fra i migliori dei suoi.

Intervallo lungo

Terzo quarto: subito fallo per Piacenza: Anderson commette il suo quarto fallo. Boronjack in lunetta 1/2 (40-32). Lo stesso Anderson appoggia 40-34. Terso fallo di Harrison, cattive notizie per Piacenza che deve fare attenzione alle infrazioni. Quarto fallo anche di Harrison. Corbani richiama i due americani in panchina. Massimo vantaggio per Brindisi con Callahan 44-34. Penetrazione di Passera e stoppata di Borovnjack, ma in maniera fallosa. Passera mette i due liberi 40-36. Hunter ancora decisivo 48-36 e Corbani si rifugia in time-out. Brindisi sta sfruttando anche la non presenza in campo dei due americani di Piacenza, ma è anche vero che ha sicuramente visto aumentare sensibilmente la percentuale di precisione dei suoi tiratori. Piacenza prova a difendere a zona. 48-40. Perego riconquista palla. Fallo di Hunter su Voskuil. Infrazione di passi di Borovnjack. Brindisi sembrava ad avere in mano la partita, Piacenza invece rinizia a crederci 48-42. Voskuil perde palla, fallo di Perego: Brindisi può do nuovo allungare. Ndoja, capitano di Brindisi, riporta i suoi a dieci lunghezze. Tecnico fischiato a Bucchi. Piacenza avrà 4 tiri liberi a disposizione e la palla in mano, Piacenza ne realizza solo due; poco dopo però Passera realizza: 53-48. Infante stoppato da Zerini, Perego commette fallo. Paoletti dai liberi: 2/2 (55-48). Fallo di Zerini. Due tiri più possesso per Piacenza. Harrison 2/2 (55-50). Fallo di Perego. Poletti si prende un fallo importante. Poletti è il miglior realizzatore dei suoi 57-50 alla fine del terzo quarto.

Quarto quarto: Perego ci prova da tre punti, ma sbaglia. Quinto fallo di Anderson. Renfroe perde palla. Brovnjak si gira e realizza 59-55. Harrison in lunetta 2/2 (59-57) Piacenza virtualmente qualificata in virtù dei tre punti maturati nella gara di andata. Tripla di Renfroe 63-59. Male Voskuil dalla distanza. Lo stesso Voskuil commette fallo. Callahan commette fallo. Perego va in lunetta. Perego realizza 63-60. Piacenza difende meglio. Piacenza esaurisce il bonus di squadra (65-60). Tripla di Scarone 65-63. Quinto fallo di Scarone, che abbandona la partita. Borovnjak ne mette 1/2 (66-63). Fallo a rimbalzo di Callahan, anche lui al quinto fallo. Hunter ancora decisivo, ottiene canestro e fallo 68-63. Fallo di Borovnjak a rimbalzo. Infante realizza i liberi 68/65 a poco più di un minuto dalla fine. Hunter realizza ancora 70-65. Infante mette una tripla incredibile 70-68. Renfroe allunga ancora 72-68. Ultimo minuto da giocare. Sbaglia Perego. Possesso per Brindisi, Piacenza virtualmente eliminata. Piacenza ha il match point nelle mani: fallo di Borovnjak. Due tiri liberi per Harrison, e poi ci saranno 8 secondi di possesso per Brindisi. 2/2 di Harrison freddissimo 70-72, Piacenza qualificata ad 8 secondi dalla fine della partita. Renfroe va a canestro Brindisi virtualmente qualificata a due secondi dalla fine. COach Corbani prova a chiamare time out. FInisce qui, Brindisi vince la partita e passa il turno

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank