Derby della via Emilia: al PalaBanca Morpho Baket affronta Aget Imola

Chiusa l’avventura in Coppa Italia, la Morpho Basket è pronta a rituffarsi nel campionato, dove Lunedì 12, ore 20.30, affronterà la formazione emiliana dell’Aget Imola.

I biancorossi saranno di nuovo alle prese quindi con un derby tutto emiliano romagnolo dopo quello già vissuto contro la Marcopolo Forli. Anche in quell’occasione il teatro della grande sfida fu il PalaBanca alla sua prima diretta tv RaiSport, e alla fine dei quaranta minuti li risultato sorrise ai ragazzi di Corbani, bravissimi nel recuperare lo svantaggio iniziale e nel piazzare la zampata vincente.

La nuova avversaria della Morpho Basket sarà una rivale altrettanto ostica, e la sfida a cui si assisterà sarà un autentico scontro diretto poiché Imola viaggia a quota otto punti, esattamente come Piacenza. C’ è da dire però che la squadra del Presidente Rispoli ha disputato una partita in meno a causa del rinvio della sfida in quel di Barcellona e quindi la classifica deve tenere conto anche di questo fattore. Per entrambe le squadre comunque fino ad oggi sono arrivate quattro vittorie, mentre la “casella sconfitte” dice 4 per Piacenza e 5 per Imola, a dimostrazione che le basi per godersi un match di grande equilibrio ci sono tutte. Se a ciò si aggiunge che hanno come obiettivo comune la salvezza in categoria, non è difficile intuire la delicatezza e l’importanza del match in questione.

Proprio come i biancorossi, anche Imola è reduce dal turno infrasettimanale di Coppa Italia e, sempre come loro, ha dovuto dire addio alla speranza di accedere alla Final Four. A farle lo sgambetto ci ha pensato la Filena Jesi (75-68), dopo che l’andata era finita in assoluta parità. Sempre per cercare punti in comune fra le avversarie di Lunedì sera, c’è da sottolineare che tutte e due hanno perso l’ultima sfida di campionato disputata: da una Piacenza ha reso le armi contro Brindisi in casa, dall’altra Imola ha fatto la stessa cosa, in trasferta, con Bologna.

Per i ragazzi di coach Fucà, 34enne al suo debutto da head coach in LegaDue, quello con la Morpho Basket sarà il terzo derby “regionale”consecutivo che incontreranno sul loro cammino: in ordine infatti hanno pescato Forli’ (partita vinta per 77-72), Bologna (partita persa per 79-71) e ora appunto Piacenza.

La storia della società imolese può vantare grandi nomi quali Steve Burtt, Michael Hicks, Juan Moltedo, Pietro Aradori. Quest’anno l’ a.d Domenicali ha puntato su alcuni giocatori esperti e altri più giovani per creare un mix che possa permettere alla squadra di disputare un campionato degno di nota. Il play titolare è Filippo Masoni, 29anni, confermato dallo scorso anno, che attualmente tira col 54% da due. Accanto a lui troviamo Trent Whiting, una leggenda per questo team, 35enne capace di fare ancora la differenza in campo, basti pensare che si presenterà con una media di 19 punti a partita. Spaventoso. L’altra posizione di esterno sarà invece occupata da Prato Patricio, italo-americano al suo secondo anno ad Imola che ha come punti di forza la fisicità e l’aggressività difensiva. Sotto canestro, l’Aget schiererà un pacchetto lunghi davvero intercambiabile, con Bruttini (Mvp italiano dell’ultima Coppa di Lega), Erik Daniels, americano prelevato dall’Erie in D-League, e Tuuka Kotti, finlandese di 205 cm dalla una mano delicata nel pitturato e dal rimbalzo facile. Dalla panchina invece spunta il nome, oltreché quello dello stesso Kotti, di Mirko Turel, diciassette anni e un futuro radioso davanti a sé. A dargli man forte ci sono poi i vari David Cournooh, play-guardia di 21 anni, e Davide Andreaus, già conosciuto da Piacenza la passata stagione poiché militava in A Dilettanti, a Siena.

L’allenatore biancorosso Fabio Corbani presenta con queste parole la sfida, partendo dal ricordo della gara di Coppa Italia contro l’Enel Brindisi: “Al PalaPentassuglie avevamo sentito il profumo dell’impresa quasi riuscita, poi Renfroe ha trovato quel tiro a pochi secondi dalla fine che ha infranto il nostro sogno. Avevamo giocato una buona gara, stando attaccati al risultato e provando, come nei piani, a fare lo scherzetto sul finale; ci tengo a dire che i ragazzi di Bucchi sono stati bravi a trovare la realizzazione che ci ha condannato, onore a loro. Tornati a casa eravamo arrabbiati e sconsolati, poi però, già dal giorno dopo, quei sentimenti si sono trasformati in un’energia positiva che ci ha permesso di continuare ad allenarci con concentrazione e impegno costante. Purtroppo questo è un momento non dei più rosei per noi, stiamo risentendo di alcuni problemi fisici e di un po’ di stanchezza: ci attendono tre sfide ravvicinate, dobbiamo tenere duro e cercare di arrivarci nelle condizioni psico-fisiche migliori possibili.

Con Imola affronteremo uno scontro diretto, la squadra è esperta e può vantare giocatori dall’alto peso specifico come Whiting, Bruttuni e il play Masoni, tutti quanti in grado di alzare notevolmente il livello offensivo del roster. Faccio un appello al nostro pubblico affinché ci venga a supportare numerosissimo, abbiamo bisogno del suo calore per superare le difficoltà che si presenteranno sulla nostra strada!”

A partire da questa giornata di campionato, prenderà il via l’ iniziativa “Insieme ce la faremo”, per aiutare le zone colpite nel Messinese dalla recente alluvione, promossa dal Basket Barcellona e che vedrà su tutti i campi di Lega A, Legadue e DNA le squadre indossare la t-shirt recante la scritta con il numero per sms solidali: 45590 (1 euro chiamando con qualunque gestore di operatore mobile , 2 euro, chiamando da rete fissa) .

La sfida sarà seguita, con collegamenti dal PalaBanca da Radio Sound (Radio ufficiale Morpho Basket) sulle frequenze 94.6 e 95, oppure in streaming sul sito www.radiosound95.it

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank