A teatro con mamma e papà

Domenica 18 dicembre 2011 al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza alle 16.30 va in scena “CANE BLU” da “Chien Bleu” di Nadja – adattamento teatrale Nicola Lusuardi – regia Fabrizio Montecchi. Lo spettacolo che fa parte della rassegna “A teatro con mamma e papà” sarà replicato

blank

Martedì 20 e mercoledì 21 dicembre al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza alle 10.

Un’amicizia segreta tra una bambina e un cane docile e mansueto, ma allo stesso tempo potente e misterioso. La racconta con ombre e attori “Cane Blu” di Teatro Gioco Vita, regia di Fabrizio Montecchi, tratto da “Chien Bleu” di Nadja, autrice e illustratrice di libri per l’infanzia, adattato per la scena da Nicola Lusuardi. Lo spettacolo, adatto ad un pubblico dai 3 anni, va in scena al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza domenica 18 dicembre alle ore 16.30 per la Rassegna di Teatro per le famiglie “A teatro con mamma e papà” organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Da segnalare una nuova formula vantaggiosa per le famiglie con due o più bambini residenti nel Comune di Piacenza che assistono agli spettacoli di “A teatro con mamma e papà”: a partire dal secondo figlio non sarà richiesto il pagamento del biglietto, del cui costo si farà carico il Comune stesso.

“Cane Blu” sarà replicato per le scuole dell’infanzia e primarie martedì 20 e mercoledì 21 dicembre, sempre alle ore 10 al Teatro Filodrammatici, nel cartellone della Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in Banco”.

blank

Quale bambino non ha mai sognato d’avere un cane che dorme con lui, che veglia su di lui e lo protegge? Cane Blu non è un cane come gli altri. Arriva da un dove che non si sa dov’è e da un tempo che sembra senza tempo. Questo lo rende libero, potente e misterioso. Ma Cane Blu è anche docile e mansueto e questo ne fa il protettore, l’amico, il confidente di Carlotta. Tra Cane Blu e la bambina nasce un’amicizia segreta, fatta soprattutto di silenzi e tenerezze, interrotta solo dalla madre che, una volta scoperto il legame tra i due, impedisce alla bambina di accoglierlo e di frequentarlo. Ma Cane Blu continua a vegliare su Carlotta e nel momento del pericolo la salva, difendendola dall’attacco dello Spirito del bosco nel quale la bambina si era persa.

Questa storia, all’apparenza semplice e lineare, è in realtà pervasa da qualcosa di grande e misterioso che la rende ricca di pathos e di tensione. Cane Blu ci racconta l’universo più intimo e contrastato del bambino e del “fantastico” che si fa presenza quotidiana, che s’insinua nelle nostre vite e ci accompagna in momenti importanti della nostra esistenza.

Con questa produzione Teatro Gioco Vita continua il suo viaggio nel mondo del libro illustrato per bambini scegliendo un’autrice connotata per l’originalità dei suoi temi e delle sue illustrazioni. L’opera di Nadja rappresenta sicuramente un’ulteriore occasione per evolvere il proprio linguaggio delle ombre e sviluppare nuove forme rappresenta¬tive ed espressive per il pubblico dei più piccoli.

“Cane Blu” è interpretato da Daria Pascal Attolini e Deniz Azhar Azari, con Anna Adorno alle luci e fonica. Le scene sono di Nicoletta Garioni e Fabrizio Montecchi, le sagome, ispirate ai disegni di Nadja, sono di Federica Ferrari e Nicoletta Garioni. Hanno collaborato allo spettacolo Michele Fedrigotti per le musiche e Sara Bartesaghi Gallo per i costumi.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank