Villanova, tre spari e quella strana dinamica ma si pensa al gesto estremo

Tre colpi d’arma da fuoco e una persona senza vita nel letto della sua camera. Una scena che in un primo tempo, ieri mattina, ha fatto pensare che nell’abitazione di via Rastelli, a Villanova, fosse stato commesso un delitto. Nonostante la lettera d’addio ai genitori e alla sorella, le ferite sul corpo del 32enne Massimo Paone non sembravano compatibili con un gesto disperato. L’operaio era stato colpito da tre proiettili esplosi da una pistola: due tra torace e addome, il terzo alla testa. Soltanto con il passare delle ore, quando la scena è stata analizzata dagli esperti, sono stati messi da parte i dubbi. Ora tutto farebbe propendere per un gesto estremo, ma continuano le indagini da parte degli inquirenti.

blank

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank