Jasin riposa col viso rivolto alla Mecca nel cimitero di Quarto

Sepolto col viso rivolto alla Mecca. Si è tenuto ieri il funerale di Jasin Hagi, il 21enne piacentino (di origini somale) scomparso da casa la sera di Natale e ritrovato morto, lo scorso 4 gennaio. Presente alle esequie la comunità islamica piacentina con l’imam Mohamed Shemis che ha coordinato il rito d’addio. La salma è stata seppellita al cimitero di Quarto mentre a San Corrado in serata una folla ha gremito la chiesa per un ultimo saluto in chiave cristiana.

blank

Il rito funebre si è svolto davanti alla Camera Mortuaria dell’Ospedale di Piacenza alla presenza del padre Roble, della madre Zara e del fratello Omar. “Mai come la morte di Jasin ha unito i cattolici di Piacenza ai fratelli musulmani”, ha commentato il parroco di San Corrado don Pietro Petrilli.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank