Droga, 35 arresti: Mondo del rugby travolto dallo scandalo cocaina.

blank

AGGIORNAMENTO – Oltre all’arresto del flanker del Piacenza Rubgy Filippo Maserati e della sua compagna Mara Borella, in manette sono finiti anche i due piacentini gestori di un noto pub in centro a Fiorenzuola. Si tratta di Luciano Schenardi e di Matteo Bruzzi- Secondo i carabinieri del capitano Rocco Papaleo infatti il locale era un un punto nevralgico di ritrovo e pianificazione per l’attività illecita che coinvolgeva Maserati e Borella. Non solo, ma la droga arrivava anche a rifornire una parte dell’ambiente della tifoseria del Piacenza Calcio, la curva Nord, e addirittura secondo i carabinieri la droga viaggiava anche su alcuni pullman delle trasferte dei tifosi per seguire il Piacenza. In questo caso l’attività sarebbe stata svolta da Patrizia Alberici, piacentina di 39 anni, il cui nome risulta tra le 19 ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dai Carabinieri.

Radio Sound blank blank blank blank

 


 

AGGIORNAMENTO – E’ l’ambiente dello sport piacentino quello su cui è stata incentrata l’operazione dei carabinieri che si è conclusa nelle ultime ore con l’esecuzione di 19 ordinanze di custodia cautelare.

Il principale indagato è Filippo Maserati, rugbista piacentino che milita nella squadra del Piacenza Rugby e che, insieme alla sua compagna Maria Borella, anche lei arrestata, gestiva uno smercio di cocaina non solo nell’ambiente sportivo degli assuntori, ma anche in quello delle discoteche e dei concerti dal vico, approfittando della sua mansione di buttafuori o addetto alla security.

I carabinieri del Nucleo investigativo, durante i loro pedinanti e le intercettazioni telefoniche, hanno scoperto che la droga finiva anche sui alcuni pullman di tifosi del Piacenza Calcio che seguivano la squadra in trasferta. Lo spaccio di droga inoltre veniva pianificato e portato avanti anche grazie ai due gestori di un noto pub di Fiorenzuola, i cui gestori sono stati arrestati ieri mattina all’alba dai carabinieri.

Nell’ambito dell’indagine, che è stata denominata Flanker proprio per il ruolo che Maserati ricopriva all’interno della squadra piacentina di rugby, anche un avvocatessa piacentina è risultata coinvolta. Si tratta dell’avvocato Maria Elena Concarotti che è stata raggiunta da un provvedimento del giudice di sospensione dell’attività forense per un certo periodo. Lei è accusata dai carabinieri di favoreggiamento.

 


 

Operazione antidroga dei Carabinieri a Piacenza che hanno scoperto un traffico di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina, spacciata in occasione di concerti e incontri sportivi: 35 le persone arrestate, fra esse anche 13 giocatori di rugby di seria A,B,e C e la campionessa italiana di Natural Body Building.

Le indagini del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Piacenza sono state estese anche alle province di Parma, Varese, Pavia, Lodi e Milano ed hanno consentito di effettuare 35 arresti (17 ordinanze di custodia cautelare e 18 arresti in flagranza di reato), denunciare altri 40 indagati, segnalare 184 assuntori e sequestrare circa 10 kg di sostanza stupefacenti di alto grado di qualita’ e purezza.

L’operazione, denominata “Flanker” dal ruolo che una delle parti attive aveva nella squadra di rugby in cui gioca, coordinata dalla Procura della Repubblica di Piacenza, sono partite nel 2010 ed hanno tratto origine dal monitoraggio di un gruppo di trafficanti albanesi operanti tra l’Emilia e la Lombardia che hanno consentito di scoprire un importante giro di cocaina legato al mondo del rugby e ai concerti. Un ruolo chiave nella vicenda lo avrebbe avuto, Nereo Filippo Maserati, detto “Pippo braccio” nato nel 1971, Flanker della sua squadra, insieme alla sua compagna Maria Chiara Borella, campionessa di Body Building (campionessa Italiana categoria Over 52 Kg AINBB Associazione Italiana Natural Body Building e vice campionessa Europea). La ragazza avrebbe spacciato anche nella palestra dove si allenava. I due sarebbero coinvolti inattivita’ di spaccio di cocaina, hashish e marijuana sia nell’ambiente del rugby che in quello legato a molti famosi locali pubblici della provincia.

Maserati oltre ad essere Flanker, lavorerebbe come buttafuori in alcuni locali assieme ad alcuni colleghi rugbisti militanti in squadre sia della provincia di Piacenza che di quella di Parma, molti dei quali acquirenti di cocaina.

La droga prima di essere ceduta negli ambienti sportivi, veniva nascosta spesso in cantieri edili per poi essere smerciata. Gli investigatori hanno potuto documentare cessioni di sostanze stupefacenti durante gli allenamenti o poco prima dell’inizio di alcuni incontri. Il dieci aprile scorso, nel corso del derby cittadino tra le due maggiori squadre, i carabinieri hanno potuto accertare lo spaccio sugli spalti e negli spogliatoi. Il gruppo spacciava anche in occasione di grandi incontri ed in paricolare: Italia-Australia, al Franchi di Firenze del 20/11/2010; 6 Nazioni del 4 febbraio 2011; derby Piacenza-Lyons, del 10 aprile del 2011; Rugby Word Cup dal 9 settembre 2011 fino al 23 ottobre; In occasione dello spaccio durante i concerti, la droga veniva nascosta a bordo di un camper come accaduto in eventi come l’ Heineken Jamming Festival di Mestre (VE);il concerto di Vasco Rossi allo Stadio San Siro di Milano del giugno scorso; Sonisphere tenutosi a Imola; il concerto dei Take That di luglio 2011 allo Stadio San Siro di Milano; i concerti del “I Day Festival” tenutosi presso l’Arena Parco Nord a Bologna. Coinvolto nell’indagine anche l’ambiente della tifoseria della squadra di calcio piacentina che interesserebbe Patrizia Alberici detta “Patty” classe 1972 con un ruolo importante nell’attivita’ di spaccio verso appartenenti la cosiddetta “Curva Nord”. I maggiori rifornimenti di sostanze stupefacenti ai tifosi sono stati registrati in occasione delle trasferte del 19 marzo 2011 – Atalanta – Piacenza; 11 giugno 2011 – Albinoleffe – Piacenza; 25 settembre 2011 – Piacenza – Cremonese;27 novembre 2011 – Piacenza – Triestina.

 


 

A.S.D. RUGBY LYON PIACENZA prende le distanze

A seguito dei recenti fatti di cronaca che nelle ultime ore hanno scosso gli ambienti sportivi di Piacenza, in particolare il mondo del rugby, la società, A.S.D. Rugby Lyons Piacenza desidera precisare l’assoluta estraneità di tutti i dirigenti, i tecnici e i giocatori dagli atti giudiziari e da ogni coinvolgimento.
Con soddisfazione ribadiamo la pulizia e l’onestà di tutto il nostro movimento, che da sempre si impegna a diffondere i più puri valori dello sport.

A.S.D Rugby Lyons Piacenza
Il presidente
Natalino Fanzola

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank