Basket, per la Morpho Piacenza arriva Giorgio Tesi Group Pistoia

Archiviata la Coppa Italia, riprende la marcia del campionato di LegaDue-Eurobet e con essa anche quella della Morpho Basket Piacenza. Si è atteso quasi un altro mese, ma finalmente i biancorossi tornano nuovamente a calcare il parquet di casa e a richiamare in massa il tifo nostrano. L’appuntamento è fissato per Domenica 11, ore 18.15: in campo scenderà la squadra del Presidente Rispoli contro la corazzata del Presidente Maltinti, ovvero contro la Giorgio Tesi Group Pistoia.
Basta citare il nome dell’avversaria per capire che il PalaBanca si prepara ad assistere ad un’autentica battaglia, dove l’agonismo si mischierà allo spettacolo, dove le ambizioni faranno i conti con la realtà, dove i due punti in gioco avranno un peso specifico ineguagliabile.
Quando si parla di Pistoia, non si può che rimanere stupiti: seconda posizione in classifica (28p., a solo due dalla vetta), 14 sfide vinte e sole 7 perse, secondo attacco migliore del campionato, e un roster da stropicciarsi gli occhi. Se si vuole partire dal fuoriclasse indiscusso del team bisogna immediatamente citare Dwight Hardy, guardia proveniente dalla NCAA al suo primo anno in Italia che viaggia con una media di 22.5 punti a partita, con il 51% da due e con 17.6 di valutazione. Oltre ad essere un ottimo esterno, ha abilità innate anche nel ruolo di playmaker (1.7 assists), non c’è quindi da meravigliarsi quando questo giocatore viene considerato l’autentico trascinatore della squadra. Gli altri del quintetto base sono Giacomo Gurini (guardia, 10p. di media), Jonathan Tavernari (ala, 11.3 p., 4 rimbalzi), l’Usa Bobby Jones (ala, 12.7 p., 53% da due, 7.7 rimbalzi, con un passato nella NBA), e il Capitano Fiorello Toppo (centro, 7.4, 60% da due, 6.5 rimbalzi, a Pistoia dal 2007). Ricca pure la panchina della Giorgio Tesi, con l’ex colonna azzurra Jack Giacomo Galanda (centro, 10 p., 5.7 rimbalzi), Lorenzo Saccaggi (play, in maglia biancorossa da tre anni), e i vari Della Torre, Della Rosa, e Guotti. Rispetto alla gara di andata saranno assenti due atleti importanti come Donte Mathis, infortunatosi ad inizio Gennaio, e Yango Guillame, ceduto alla Conad Bologna, e prontamente sostituito da Tavernari.

Per la Morpho Basket questa sarà la sfida chiave della stagione. E nonostante gli avversari abbiamo un ruolino di marcia davvero imperioso, ci sono alcuni fattori che possono lasciar presagire una gara incerta ed equilibrata fino alla fine. Innanzitutto il risultato del match di andata, quando i ragazzi di Corbani sfiorarono l’impresa al PalaFermi (era il 20 Novembre, il match fini 78-75, ma il tutto si decise solo a pochi secondi dal termine) . In secondo luogo il fatto che Pistoia fuori casa soffre maggiormente che fra le mura amiche (5 vittorie e 5 sconfitte, mentre al PalaFermi ha ottenuto ben 9 successi e soli 2 risultati negativi); come terzo ed ultimo dato, bisogna sottolineare che Piacenza è reduce da due vitali trionfi consecutivi, invece la Giorgio Tesi ha ceduto le armi contro Jesi al termine di un match combattutissimo conclusosi dopo un supplementare.

I presenti al PalaBanca avranno l’occasione di godersi una partita più unica che rara. Tutto dipenderà da come le due formazioni avranno assorbito la pausa dovuta alla Coppa Italia, quel che è certo è che entrambe hanno ben più di una ragione per continuare (o tornare) a vincere.
A loro la parola (anzi la palla); a noi invece il grande, grandissimo show!!

A presentare la sfida imminente ci pensa Fabio Corbani, l’allenatore biancorosso ormai entrato nel cuore del tifo piacentino. “Arriviamo a questa partita in buone condizioni atletiche, ci siamo allenati con costanza per due settimane e, a parte qualche piccolo acciacco di “ordinaria amministrazione”, siamo fisicamente pronti per il match! Sappiamo che ci aspetta una partita interessante perché da un lato Pistoia ha tutte le carte in regola per puntare al primo posto in classifica, dall’altro noi vogliamo mantenere viva la nostra striscia positiva di successi. All’andata il pubblico vide una gran bella partita, le squadre si affrontarono a viso aperto e i protagonisti indiscussi furono i giocatori. Mi auguro che possa andare nello stesso modo, magari con il risultato finale questa volta a nostro favore”.
Quello contro la Giorgio Tesi rappresenta un incontro chiave del campionato biancorosso, e Coach Corbani non perde occasione per ricordarlo: “Una vittoria potrebbe cambiare alcune cose nei nostri obiettivi, però preferiamo fare un passo alla volta. Adesso l’attenzione è tutta rivolta a Domenica, ci sentiamo pronti e concentrati per la sfida!”. E per quanto riguarda la strategia da seguire, Fabio punta soprattutto sul fattore mentale: “A questo punto della stagione non ci sono grandi aspetti tattici da considerare, è tutta questione di personalità e di atteggiamento mentale! Ormai ogni incontro ha il suo valore, tutti i teams cercano di essere concreti per raggiungere i loro obiettivi. Io sono soddisfatto delle nostre prove caratteriali messe sul campo contro Ostuni e Forlì, dobbiamo confermarci su quei livelli!”. Prima di questa gara, una pausa di due settimane, ormai la costante di questo campionato. “Per noi, ma non solo, ormai è diventata un’abitudine. In tanti anni che faccio questo mestiere non mi era mai capitato di dover vivere una stagione cosi frastagliata, fatta di stop e partite, stop e partite. La buona notizia è che torneremo davanti al nostro pubblico nell’orario migliore: è dal 26 Novembre che non giochiamo al PalaBanca alle 18.15”.

Una battuta finale nei confronti del fuoriclasse Hardy è doverosa, e Fabio Corbani ne approfitta anche per dare la sua opinione sul campionato di LegaDue e su un’eventuale riforma. “Dwight è una guardia di qualità, capace di coprire ottimamente pure il ruolo di play. Penso che vedere in campo giocatori come lui sia proprio il bello della LegaDue, una lega che ritengo non vada eliminata. Mi vengono in mente ragazzi come Mason Rocca, Terrell McIntyre, David Moss, tutta gente che si è fatta le ossa nel secondo campionato professionistico del Paese e che poi ha sfondato in Serie A. Questo è un buon campionato di sviluppo sia per gli americani che per gli italiani, inoltre è davvero molto spettacolare per il numeroso pubblico che lo segue. Non vedo davvero ragioni per doverlo tagliare!”.

La partita sarà trasmessa inoltre via radio, con collegamenti in diretta dal PalaBanca, da Radio Sound (Radio Ufficiale Morpho Basket) sulle stazioni 95 e 94.6 oppure in streaming sul sito www.radiosound95.it

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank