Volley, la Copra Elior sfida la Bre Banca Lannutti Cuneo

Domenica 25 si giocherà la 12a giornata di ritorno. Questo turno di gioco non è ininfluente e ha un duplice valore: vuol dire penultima giornata di Regular Season e vuol dire avere Cuneo dall’altra parte della rete. Conclusasi ieri, con il posticipo di Trento – Belluno (3-0), l’11a giornata di ritorno, la classifica ha avuto qualche lieve cambiamento: Cuneo, terza a 52 punti, continua a avere il fiato sul collo a Macerata, seconda a 54, Belluno (44), dopo la sconfitta recente con Trento, potrebbe vedersi tolto il quarto posto da Modena (40), in buona forma, la quale nelle due partite rimanenti affronterà due squadre insidiose (Vibo e Cuneo). Piacenza, grazie alla sconfitta di Monza (oggi è stata una giornata difficile per la squadra lombarda: il presidente Giulia Gabbana ha comunicato che dalla prossima stagione il Gruppo Gabeca abbandonerà il mondo della pallavolo) con Cuneo, scala un gradino della classifica, arrivando sesta con 38 punti; dietro di lei, nelle vicinanze, solo Monza (a 36) seguita, ma senza possibilità di raggiungere la piacentina, da Latina, a 31.
Le ultime due giornate hanno in serbo 6 punti; questo per Piacenza potrebbe significare ambire anche al quinto posto di Modena, ma i ragazzi di coach Monti non vogliono fare pronostici e calcoli azzardati: si prepareranno e affronteranno singolarmente le ultime due partite con la stessa mentalità e lo stesso spirito abbracciato nel girone di ritorno con l’intenzione di portare a casa il maggior numero di punti.
“Per la sfida con Cuneo – spiega Nikolov, grande ex di turno, nella città piemontese per tre anni – lo spirito sarà uguale alle altre partite: vedremo in campo una vera e propria lotta per portare a casa punti utili. Oltre all’emozione di giocare sul mio ex campo di gioco sarà una partita speciale: nel mio passato a Cuneo non sono stato al centro del cuore dei tifosi, ma sono certo che organizzeranno qualcosa, in grado di creare in me grandi emozioni. Per tre anni a Cuneo abbiamo seguito un percorso che ci ha portato a grandi vittorie e a vincite importanti. Domenica vedremo in campo una partita che sarà giocata al 100% da entrambe le parti: noi sicuramente cercheremo i tre punti ma anche Cuneo non sarà da meno, soprattutto cercherà di dare il massimo davanti al suo pubblico e ai suoi tifosi. La partita sarà difficile soprattutto dal punto di vista tecnico”.
Il numero 8 biancorosso prosegue parlando della sua forma fisica e dei compagni: “Fisicamente sto molto bene, la mia crescita progressiva è programmata per i play off, tutti noi stiamo lavorando per arrivare a una forma fisica ottimale per il periodo di Pasqua. L’intera squadra sta lavorando per giocare al massimo e mettere in campo il nostro meglio al fine di dare una giusta svolta all’intera stagione. Grazie a Carlos e al suo lavoro, fisicamente sono stato bene ogni singolo giorno, ogni singola partita. Non c’è stata una singola occasione in cui abbia avuto dei problemi fisici; paragonando la mia situazione attuale con quella di Cuneo, in Piemonte programmavamo i nuovi obiettivi e la preparazione fisica era centrata a raggiungere quei traguardi, mentre c’erano altri periodi dove ero più pesante, meno veloce e rapido. Con Carlos tutto questo non accade”.
La Copra Elior, uscita vittoriosa contro Roma sabato scorso nell’anticipo dell’undicesima giornata e recuperato pienamente il problema di Zhekov, sarà a completa disposizione del suo allenatore; l’unico cambiamento, anche per questa partita, sarà inerente al secondo libero: Andrea Binaghi vestirà la maglia biancorossa al posto di Federico Marretta, ancora lontano dal campo, in veloce recupero per il piccolo intervento al ginocchio. La Copra Elior nell’intero girone di ritorno si è accaparrata 24 punti, frutto delle 9 vittorie messe a segno.
Per quanto riguarda la Bre Banca Lannutti Cuneo, dopo l’esonero del primo allenatore Gulinelli, avvenuto a seguire della brutta sconfitta nei quarti di finale di Coppa Italia contro Belluno, è ora diretta dall’ex secondo Placì e sta mantenendo un buon andamento di Campionato. Come già detto Cuneo si presenterà sul campo del Pala BreBanca forte della vittoria con Monza (3-0) ma non solo: anche lei nel girone di ritorno si è conquistata 24 punti battendo Padova, San Giustino, Ravenna, Macerata, Latina e Vibo. Nello scontro con Monza Wijsmans non è entrato in campo ma i motivi della sua lontananza dal campo sono ignoti. Oltre a Nikolov, ex di Cuneo, e Papi, nella città piemontese dal 1994 al 1998, anche tra le fila degli avversari milita un grande ex biancorosso: il palleggiatore Grbic a Piacenza dal 2003 al 2007.
Lo scontro di domenica sarà il 37°: nei precedenti Cuneo ha avuto la meglio per 24 volte, mentre Piacenza 12. L’ultimo scontro, all’andata, Cuneo aveva vinto 3-1, imponendosi sui biancorossi dopo poco più di un’ora e mezza.
Tutte le partite di A1 si giocheranno domenica, a partire dalle 17:30. Fischio d’inizio per Bre Banca Lannutti Cuneo – Copra Elior Piacenza previsto per le ore 18:00.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank