La prima divisione dell\’Italian baseball league sbarca al De Benedetti

Sarà un fine settimana che più intenso non si può quello che è alle porte. Uno di quelli da ricordare per il baseball piacentino che quest’anno, non dimentichiamolo, celebra i suoi primi quarant’anni. Il turno di IBL 2 i domenica che vede la Rebecchi Nordmeccanica ospitare il Collecchio avrà nella giornata di sabato un prelibato prologo col doppio confronto ( ore 15,30 e 19,30), valido per la Regular Season di IBL 1, tra De Angelis Godo Knights e Cariparma.

blank

L’accordo di franchigia tra Piacenza e Godo sancito quest’inverno contemplava l’opportunità di ospitare al De Benedetti un evento della massima serie e così ecco servito il piatto forte con un confronto vero tra i ravennati, grande rivelazione di inizio stagione, ed i plurititolati parmensi. Un’occasione da non perdere per i palati fini con oltretutto la possibilità di veder giocare sul diamante amico alcuni biancorossi in pres tuto ai cugini di franchigia. Dopo i Mondiali del 2009 e due edizioni dell’Italian Baseball Week il De Benedetti rimette lo smoking regalando agli sportivi un’altro appuntamento di lusso.   

 

DOPPIO STOP A MACERATA

Disco rosso per la Rebecchi Nordmeccanica a Macerata. Due sconfitte che costano una posizione in classifica ai biancorossi. Pesante la sconfitta in gara 1, maturata al settimo inning per manifesta inferiorità col punteggio di 12-2. Le assenze di Castagna e Gremi hanno ridotto ai minimi termini il parco lanciatori costringendo Gianluca Marenghi a rispolverarsi nelle vesti di pitcher. Nulla da fare, passivo di 6-0 dopo tre inings e match mai più ripreso. Solo cinque valide in totale e punti della bandiera al settimo, purtroppo inutili per evitare la sospensione anticipata del match. Diversa la storia al pomeriggio anche se poi nella sostanza poco cambiava. La sconfitta arrivava nel finale dopo che i piacentini avevano condotto il match già dal primo inning. Finchè Danny Forte restava sul monte la Rebecchi Nordmeccanica comandava le operazioni arrivando al vantaggio massimo al 5° (4-1). Purtroppo il tracollo arrivava all’8° quando Murari non riusciva a gestire il vantaggio e, mal coadiuvato dalla difesa, finiva per incassare quattro punti che ribaltavano il risultato a favore dei marchigiani. Finiva come detto 6-4 con parevcchio rammarico per Riccio e compagni.
E meno male che risultati favorevoli dagli altri diamanti procuravano dissesti modesti alla classifica piacentina.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank